Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

mercoledì 18 dicembre 2013

Tartellette al cioccolato, cocco e zenzero

Sono reduce da un vero tour de force biscottifero, con i prodotti destinati ad un mercatino parrocchiale finalizzato ad una importante causa benefica che, fortunatamente, ha raggiunto l'obiettivo che ci eravamo prefissato. In questi giorni ho sfornato a ritmo sostenuto: omini di pan di zenzero, frollini di nonna Genia, meringhe, cantucci, pandolce genovese in monoporzione, gingerbread, mince pies e queste tartellette che, devo dire, hanno avuto un gradimento altissimo. La ricetta, un po' rimaneggiata come sono solita fare, proviene dall'ultimo numero della rivista Manor Food, edita dalla catena svizzera di grandi magazzini.  

TARTELLETTE AL CIOCCOLATO, COCCO E ZENZERO

Ingredienti per 12 tartellette 


Per la brisée al cacao
150 g di farina
25 g di cacao
35 g di zucchero di canna
un pizzico di sale
75 g di burro freddo, tagliato a dadini + un extra per ungere gli stampini
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
4 cucchiai circa di acqua gelata

Per la farcitura
200 g di cioccolato fondente al 52% di cacao
120 ml di latte di cocco
1 cucchiaino di zenzero fresco, grattugiato
noce di cocco in fiocchi q.b.
zenzero candito q.b.

Preparare la brisée mettendo nel boccale del mixer la farina con il cacao, lo zucchero di canna e un pizzico di sale. Dare qualche colpo ad intermittenza, per mescolare gli elementi. Aggiungere il burro e frullare brevemente, fino a formare delle grosse briciole. Aggiungere l'acqua, un cucchiaio alla volta, finché l'impasto comincia a compattarsi. Lavorarlo rapidamente sulla spianatoia; fasciarlo nella pellicola e farlo riposare al fresco per una mezz'ora. Trascorso questo tempo, riprendere l'impasto e stenderlo piuttosto sottile. Tagliare 12 cerchi con un coppapasta dentellato ø 10 cm; depositarli negli stampini da tartelletta ø 7cm, leggermente imburrati, bucherellandone il fondo con i rebbi di una forchetta. Tenere al freddo (in frigo o all'aperto, viste le temperature attuali) per una mezz'oretta. Accendere il forno e regolarlo sui 160°C. Approfittare della felice congiuntura per distribuire su un foglio di carta forno,  in un solo strato,  i fiocchi di noce di cocco, facendoli leggermente colorire nel forno acceso. Appena prendono un colore dorato, levarli immediatamente  e farli raffreddare. Cuocere i gusci per circa 15', sorvegliando attentamente per non far brunire l'impasto, che diventerebbe amaro. Sfornare e far raffreddare negli stampi.
Preparare il ripieno. Mettere in una ciotola  (il redattore francese usa il termine cul-de-poule; io ho immediatamente  pensato a Camilleri, a Montalbano e alla faccia sempre più a "culo di gaddrina" del suo nemico giurato, l'opinionista di Televigata Pippo Ragonese ... ma non divaghiamo) il cioccolato tagliato a pezzetti. Scaldare il latte di cocco e lo zenzero grattugiato; versare il liquido bollente sopra il cioccolato; lasciare fondere qualche minuto, poi mescolare finché il composto non diventa cremoso. Far raffreddare fintanto che la crema diventa consistente, ma ancora fluida da colare dal cucchiaio. Suddividere il ripieno  nelle tartellette, facendo addensare completamente. Guarnire le tartellette con minuscoli dadini di zenzero candito e  con i fiocchi di cocco tostato.




7 commenti:

  1. quante buone cose hai fatto, che lavorone! queste tartelette sono proprio sfiziose, complimenti.
    Su

    RispondiElimina
  2. Matteo se l'e' mangiato in un sol boccone... alla faccia della dieta!

    RispondiElimina
  3. Che delizia queste tartellettes!!
    Brava Eugenia, anzi, eroica!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  4. golosissimo devo dire che lo zenzero sui dolci non mi dispiace per nulla

    RispondiElimina
  5. Anch'io non faccio altro che biscottare in questo periodo. Lo farei anche solo per il profumo che si espande per la casa. Sono anni che regalo biscotti per Natale e nel tempo ho creato delle aspettative per cui non posso proprio non farli. Molto interessante la briseè al cacao, devo sperimentarla !

    RispondiElimina
  6. l'adorabile, brava e buona Eugenia!

    RispondiElimina
  7. Ciao! Che carine queste tartellette! Complimenti per aver contribuito a sostenere una causa benefica con le tue creazioni. Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina