Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

mercoledì 6 febbraio 2008

Polpettone di tonno

Per anni, ogni venerdì d'inverno, ho preparato questo polpettone di tonno alle mie ragazze. Tornavano affamate da scuola e vi si avventavano sopra, senza lasciarne mai una briciola. Va servito caldo, con un contorno di insalata verde e pomodori affettati.




Per due persone

Faccio cuocere a vapore, nel cestello della pentola a pressione, una grossa patata (o due medie). Quando è cotta, la metto in una terrina, la schiaccio con i rebbi di una forchetta, aggiungo 2 uova, tre cucchiai di parmigiano grattugiato e una scatoletta da 200 g di tonno sott'olio, sgocciolato e passato al mixer. Correggo di sale, profumo con un giro di pepe, una grattatina di noce moscata. Mescolo accuratamente. Formo un piccolo cilindro, lo avvolgo in carta forno e cuocio, sempre nel cestello della pentola a pressione, per quindici minuti dal fischio.



2 commenti:

  1. Provato ... mangiato ... buonissimo!! Grazie

    RispondiElimina
  2. Grazie, Maurina. Si può ben dire che questo polpettone è pluri-collaudato. Lo faceva anche la mia nonna quand'ero piccina e, a volte, quando sento il profumo che si sparge nella cucina, mi sembra di tornare indietro nel tempo.
    Un abbraccio e a presto
    eu

    RispondiElimina