Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 14 giugno 2012

Sorbetto di pesche al Gewürztraminer

Ogni tanto mi capita di trovarmi in cantina qualche buona bottiglia di vino comprata per una certa occasione e poi lasciata là, al buio, in attesa di tempi migliori. La settimana scorsa ho deciso di stappare un Gewürztraminer che avevo, in origine, destinato ad accompagnare un paté di fegato natalizio e ne ho impiegato una buona parte per la preparazione di questo sorbetto alle pesche. Volete sapere che fine ha fatto il resto? E' stato servito insieme ad uno splendido piatto di formaggi e a del buon pane croccante.

Sorbetto di pesche al Gewürztraminer

250 g di vino Gewürztraminer + altri 50 g che verranno aggiunti in un secondo tempo
500 g di pesche gialle (peso netto, senza bucce e noccioli)
100 g di zucchero semolato
poca scorza di limone, non trattato
1 g di Neutrogel (la punta di un cucchiaino)

Tagliare le pesche in grossi spicchi; metterle in una casseruola e ricoprirle con lo zucchero, qualche striscia di scorza di limone (prelevata con lo sbucciapatate) e 250 g di vino. Portare a bollore e cuocere la frutta per circa 5 minuti o fino a quando sarà tenera. Far raffreddare; eliminare la scorza di limone e frullare tutto accuratamente. Sciogliere il Neutrogel in altri 50 g di vino e aggiungere il preparato al frullato di pesche. Dare ancora una frullata e passare in gelatiera a mantecare. L'aggiunta finale del vino darà profumo al sorbetto e lo manterrà morbido, anche dopo lo stazionamento in freezer; il Neutrogel aiuterà a non farlo sciogliere troppo in fretta.

16 commenti:

  1. La tua ricetta mi fa sentire tanto la mancanza di una gelatiera :-( complimenti per la tua ricetta :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, Gambero. La mia gelatiera l'ho ereditata dalla nonna: ha trent'anni e ancora non vuole andare in pensione!

      Elimina
  2. Un sorbetto che mangerei con molto piacere. Il vino lo hai stappato in un'occasione che sicuramente ne è valsa la pena.Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Giovanna. Con il caldo di oggi mangerei di nuovo e molto volentieri quel sorbetto (peccato aver finito il traminer...).

      Elimina
  3. non ho la gelatiera, ho sempre resistito dal comperarla, però la stagione estiva avanza e, quasi quasi...potrei fare queste golosità....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiara, ti meriti una bella gelatiera nuova fiammante!

      Elimina
  4. Risposte
    1. Felice di aver stuzzicato la tua golosità, Calzino!

      Elimina
  5. E' veramente troppo invitante per non provare ma farlo! Mi chiama!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia che favola! ...adoro il traminer aromatico.... Questo sorbetto dece aver un profumo! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Terry. Sono rimasta veramente soddisfatta di questo sorbetto; ora sto perfezionando un gelato che, se mi viene come dico io, sarà MOLTO goloso. Per ora l'esperimento non è perfettamente riuscito, sempre per la mia smania di aggiungere alcuni ingredienti fondamentali quando il gelato non è ancora ben sodo e mantecato (vedi esperimenti passati con il gelato stracciatella). A presto

      Elimina
  7. Non ho la gelatiera e nemmeno il neutrogel, però vedrò di arrangiarmi con Bimby e congelatore. Se al posto del Neutrogel metto albume d'uovo dici che si può fare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bruna, non so esattamente come lavori il Bimby perché non lo possiedo, ma io ho messo il Neutrogel soprattutto per rendere il sorbetto più lento a sciogliersi. Ho avuto l'impressione (bada però che non sono un esperto)che il sorbetto, grazie all'alcool del vino messo a freddo, mantenesse una bella morbidezza. Certo che anch'io, quando non avevo questa polvere e facevo il sorbetto di limone, aggiungevo sempre mezzo albume d'uovo montato a neve per dare più cremosità. Se provi, fammi sapere il risultato. Un abbraccio e buon fine di domenica.

      Elimina
  8. una bella ricetta fresca non sai come ne abbiamo bisogno in questo periodo

    RispondiElimina
  9. caro Gunther, anche noi, oggi, in quanto a caldo non abbiamo scherzato! Però non lamentiamoci, dai, dopo un mese di maggio piovoso come quello passato...
    Buona domenica e a presto

    RispondiElimina