Il contenuto di questo sito può essere riprodotto solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 5 gennaio 2021

Camembert al forno

Come raccontavo alle mie amiche qualche giorno fa, ogni anno in questo periodo compro una confezione di Camembert con l'intenzione di farlo al forno, arricchendolo di guarnizioni tipo queste , ma poi non mi decido mai e finisco per consumarlo al naturale. Ebbene, questa volta ho preso coraggio e l'ho preparato, non prima di aver letto tante ricette e scartato diverse opzioni, tipo quella di riempirlo di spicchi d'aglio come fa Jamie Oliver ma accogliendone altre, come il rosmarino e il filo di miele. La sensazione è quella di una pietanza buona, conviviale, nutriente. Taluni la servono come antipasto ma io l'ho consumata a cena, accompagnandola con una fumante tazza di brodo di carne e facendola seguire da un'insalata mista.

CAMEMBERT AL FORNO


Ingredienti per 2 persone
1piccola forma di Camembert (250 g)
qualche ciuffo di rosmarino fresco
un filo di miele d'acacia
pepe nero dal mulinello

Accompagnamento
uvetta sultanina, macerata nel rum
noci pecan caramellate
fettine di pane

Procedimento
Togliere il formaggio dalla sua scatola di legno e privarlo della carta in cui è avvolto. Ritagliare da un foglio di carta forno un cerchio della misura della scatola. Foderare con questo il fondo della scatola e rimettervi dentro il Camembert. Accendere il forno a 180°C, statico. Praticare sulla superficie del formaggio tanti tagli in diagonale incrociati e infilzarvi dentro alcuni ciuffetti di rosmarino. Spolverare con una macinata di pepe nero e cospargere con un filo di miele d'acacia. Mettere in forno caldo per 20 minuti. All'uscita dal forno, adagiare il Camembert su un piatto, contornandolo con tutte le sue guarnizioni, e servire immediatamente. 

Per l'uvetta: sciacquarla per qualche istante sotto acqua corrente; tamponarla con cura con della carta da cucina; metterla in una ciotola e ricoprirla con il rum (o brandy o vino Marsala). Lasciarla insaporire un paio d'ore.
Per le noci pecan caramellate: in un padellino, sciogliere 20 g di burro e una cucchiaiata colma di zucchero di canna extrafine, unendo le noci e facendole leggermente caramellare. Il calore dello zucchero aiuterà a far sprigionare dalle noci tutto il loro formidabile aroma. Togliere la padella dal fornello e versare le noci su di un foglio di carta forno, lasciandole raffreddare. 












6 commenti:

  1. Non sai da quanto tempo voglio fare questo piatto....lo trovo delizioso.

    RispondiElimina
  2. Mi hai fatto ricordare di una corona di brioche tipo danubio al cui centro si inserisce il Camembert. Si stacca una pallina di brioche e si puccia nel formaggio fuso. Ancora più conviviale così. Ricetta da tenere in considerazione :-)

    RispondiElimina
  3. L’ho mangiato una volta preparato da un amico viaggiatore che l’aveva scoperto non in Francia ma in un qualche paese slavo rimanendone entusiasta.
    Accompagnato da frutti di bosco tipo ribes e mirtilli, però, certo non dalle pecan o simili.
    Ramsay è convinto che se vuoi fare una cosa sana e italiana devi eradicare tutto l’aglio del globo e metterlo sopra dei peperoni (ché magari sul formaggio ci starebbero pure). Le distinzioni tra penisole mediterranee non sono comunque il suo forte.

    RispondiElimina
  4. Ciao! Consente di collaborare?

    RispondiElimina