Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 2 giugno 2009

Calamarata

Il procedimento per preparare la calamarata lo imparai, anni fa, da PorziaL di Bari, quando frequentavo il forum de LaCucinaItalianaOnline. Da allora, questa pasta è diventata un classico di casa mia e, almeno una volta al mese, viene portata in tavola tra grandi consensi. Cara Porzia, se per caso mi leggi, ti ringrazio tantissimo per avermi fatto conoscere questa specialità.


Per 4 persone occorreranno:

500 g di calamari
2 patate di medie dimensioni
1 spicchio d'aglio
sale
peperoncino
olio extravergine
1/2 bicchiere di vino bianco secco
300 g di pasta calamarata
prezzemolo trito

Sbucciare le patate, lavarle e tagliarle a cubetti. Mettere sul fuoco una pentola d'acqua, gettarvi i cubetti di patata e portare a bollore; salare e proseguire la cottura finché saranno al dente. Prelevare le patate con un mestolo forato, asciugarle su un panno carta e , successivamente, farle rosolare in una padella con un filo d'olio, badando di non farle colorire troppo. Cuocere la pasta nella stessa acqua delle patate. Nel frattempo, pulire i calamari: afferrare con una mano la sacca e con l'altra i tentacoli; tirando delicatamente questi ultimi, si sfileranno i visceri. Togliere anche la "penna" cartilaginea. Usando un coltellino affilato, staccare le interiora dai tentacoli ed eliminare anche il becco corneo, posto al centro della testa. Spellare le sacche (io tolgo anche le pinne) e passarle sotto acqua corrente, per eliminare ogni impurità residua. Infine (finalmente!), tagliarle ad anelli. In un wok capiente, soffriggere olio, aglio e peperoncino. Gettarvi i tentacoli, tagliati in due e, dopo qualche secondo, gli anelli di calamaro. Sfumare con il vino bianco e cuocere per pochi minuti. Quando la pasta sarà cotta al dente, scolarla e passarla nel wok insieme ai cubetti di patata. Spadellare per qualche minuto per far insaporire bene e servire nel piatto da portata, cospargendo di prezzemolo trito.



La ricetta di Porzia:
CALAMARATA
Per 4 persone:
3 patate medie
½ kg calamari
300 g di pasta calamarata
olio, aglio, peperoncino,vino bianco, prezzemolo.
Lessare le patate a metà cottura, ridurle a cubetti e soffriggerle in qualche cucchiaiata di olio, senza fare colorire troppo.
In un’altra padella soffriggere in olio, aglio e peperoncino i calamari a rondelle. Sfumare con un po’ di vino bianco e portare a cottura (serviranno pochi minuti.)
Cuocere la pasta, scolarla e unire sia le patate che i calamari, spadellando insieme per far amalgamare i sapori.
Versare nel piatto da portata e cospargere con un po’ di prezzemolo tritato.
porzia
bari

5 commenti:

  1. Questa ricetta è diventata un classico anche a casa mia.
    Se frequenti Facebook, Porzia la trovi.
    Buona notte

    RispondiElimina
  2. Grazie Eu e grazie anche a Porzia!

    RispondiElimina
  3. @ Rosetta: grazie dell'informazione, ma non sono iscritta a FB. Vero che 'sta calamarata è una bontà?
    @ Annamaria: grazie a te della visita e del commento.

    un abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  4. Non sapevo ci andassero anche le patate: da provare, grazie!

    RispondiElimina
  5. ciao, Barbara! Dopo aver preparato questo piatto per tante volte, posso consigliarti di usare dei calamari di taglia medio-piccola. Ci mettono davvero pochissimi minuti a cuocere e rimangono morbidissimi. Grazie della visita e a presto.
    eu

    RispondiElimina