Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 23 aprile 2009

Quiche alle zucchine e stracchino



Per la brisée:
180 g di farina 00
65 g di burro
1 uovo
1 cucchiaino scarso di sale
1 cucchiaino di olio extravergine
acqua fredda q.b.

Per il ripieno:
300 g di zucchine (peso netto)
2 cipollotti
una noce di burro
100 g di prosciutto cotto
120 g di formaggio latteria (o toma piemontese-asiago-scimudìn)
150 g di stracchino
2 uova
1/2 bicchiere di latte
1 pizzico di maggiorana secca
sale, pepe bianco del mulinello, noce moscata

Preparare la pasta brisée impastando la farina con il burro, l'olio e il sale. Unire l'uovo (leggermente battuto) e acqua quanto basta ad ottenere un panetto di giusta consistenza. Tutta l'operazione si può fare tranquillamente nel robot da cucina. Avvolgere la pasta nella pellicola per alimenti e lasciarla riposare in frigo per un'oretta. Nel frattempo, tagliare a rondelle i cipollotti e farli stufare in una noce di burro dentro un wok. Unire le zucchine, passate alla grattugia a fori grossi, cuocerle per 3', salando poco. Versarle dentro un colapasta, per permettere la fuoriuscita dell'acqua di vegetazione residua (devono rimanere piuttosto asciutte). Tagliare il prosciutto e il formaggio latteria alla julienne e tenere da parte. In una terrinetta, stemperare lo stracchino con il latte, al fine di ottenere un composto cremoso. Unire le uova, mescolando accuratamente,salare, pepare e profumare con la noce moscata e la maggiorana. Aggiungere, infine, il formaggio e il prosciutto tritati e le zucchine raffreddate. Stendere la pasta brisée in un disco sufficiente a ricoprire uno stampo da crostate 26 cm di diametro, ricoperto di carta forno tagliata a misura. Bucherellare il fondo con i rebbi di una forchetta e riempire con il composto preparato. In forno caldo a 180°C per circa 40'.
La quiche è buona sia tiepida che fredda.

4 commenti:

  1. Ciao, non è ancora ora di pranzo ma mi è già venuta fame...
    Complimenti, non ti dispiace vero se copio le tue ricette???
    grazie

    RispondiElimina
  2. Mi piace anche questa!
    Annamaria

    RispondiElimina
  3. grazie. fa piacere condividere una ricetta con chi la sa apprezzare.
    un abbraccio

    eugenia

    RispondiElimina