Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 15 settembre 2009

Biscuit al limone e olio d'oliva di AldaM

L'altro giorno, per soddifare la richiesta di una lettrice del blog, ho cercato nel mio archivio alcune ricette di dolci senza burro. Tra le tante, mi è balzata agli occhi questa, data dalla cara AldaM. Decidere di preparare il biscuit è stata la naturale conseguenza. E' un dolce molto facile e veloce nell'esecuzione, con una delicata fragranza di limone. Ottimo, come scriveva Alda, per la colazione, oppure con il té, accompagnato da marmellata di arance, o a fine pasto, accompagnato da crema pasticcera.



Biscuit al limone e olio d'oliva (Alda)

200 g farina, 150 g zucchero, 1 limone non trattato, 3 uova intere + 1 tuorlo, mezza bustina di lievito per dolci (preciso che le mie bustine pesano 16 grammi), 10 cl di olio d'oliva (del tipo poco saporito); per la glassa: 100 g di zucchero a velo e succo di limone.


Accendere il forno a 160°, preparare una teglia a bordo alto, meglio se rettangolare, foderandola con carta da forno o imburrandola e infarinandola. Mescolare in una terrina la farina e il lievito, aggiungere la buccia di limone grattugiata; a parte, battere le uova intere e il tuorlo con lo zucchero, fino a che lo zucchero è sciolto; aggiungere l'olio e amalgamare bene, poi versare nella terrina della farina e amalgamare. Versare nella teglia (l'impasto livellato non deve essere più alto di due centimetri) e cuocere circa 45 minuti.
Quando sarà sformato, spennellare con la glassa e lasciare raffreddare, poi tagliare a quadrotti.
Note personali: Ho montato a lungo, con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero e la rapatura di limone, fino ad ottenere una massa soffice e chiara. Ho aggiunto lentamente l'olio e poi, aiutandomi con la spatola in silicone, ho amalgamato la farina, setacciata con il lievito e un pizzico di sale. Ho cotto il biscuit per circa 30'. La glassa l'ho ottenuta mescolando lo zucchero a velo con il succo di limone e una piccola parte dell'albume avanzato dalla preparazione.

16 commenti:

  1. Buono questo dolce. Ho appena fatto anch'io una ricetta di Alda, avevo voglia di ricordarla in questo mese. A presto

    RispondiElimina
  2. Ciao Eu,aiutami....
    In grammi quanti sono 10cl di olio?
    Vado in tilt con queste misure.
    Ciao e grazie.
    Pimpi

    RispondiElimina
  3. Vado a prepararmelo, non riuscurò a mangiarlo per colazione, ma per merenda sì

    RispondiElimina
  4. Mie care amiche, ricordo che Alda, durante una discussione sui dolci confezionati con l'olio, di fronte alle mie perplessità (non mi piacevsano; mi sembrava di sentire sempre un sapore troppo forte)mi consigliò questa ricetta, che aveva appena provato. Devo dire, a distanza di anni, che aveva perfettamente ragione: non solo l'olio non si sente, ma il dolce è veramente soffice e fragrante.
    @Pimpi: non sarà una misura precisissima, ma io ho messo 100g di olio di oliva (non extravergine).

    Un abbraccio a tutte
    eugenia

    RispondiElimina
  5. Grazie,sempre gentile e disponibile.
    Pimpi

    RispondiElimina
  6. Ciao Eu,l'ho fatto ieri ed venuto veramente buono.
    Grazie ancora.

    RispondiElimina
  7. grazie ancora per la tua gentilezza, l'ho preparata anche io, qui piove e ci voleva qualcosa di dolce per tirarci un pò su, devvero buona, a presto

    RispondiElimina
  8. mariangela18/09/09, 20:17

    l'anonimo sarei io, ho fatto un pò di pasticci... sono mariangela di asti

    RispondiElimina
  9. l'ho fatto con qualche variante e aggiunta (che mi vengono spontanee!)lo posto presto!
    buonobuono! il buono-della-semplicità!
    un bacio!

    RispondiElimina
  10. Ciao!
    Trovo il tuo blog delizioso...poi le foto..mi ricordano il lago di Como...non so se è cosi..
    Domani vado ad Acquaseria sei di quelle parti?
    Complimenti è un blog davvero speciale il tuo.Se non ti dispiace
    metto il link sul mio..
    Ciao, a presto
    Aniko
    http://paprikapaprika.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. @ Pimpi: grazie a te, carissima Pimpi. E' sempre un piacere ritrovarti. A presto
    @ Mariangela: che bello poterti essere stata di aiuto. Sempre di Alda, ho trovato quest'altra ricetta di torta con l'olio d'oliva. Ho intenzione di provarla tra qualche tempo perché, tra i miei amici, c'è chi predilige l'olio nei dolci.

    Te la ricopio. Come vedi, nel messaggio si menziona anche il bisquit al limone, che non sto a ripetere per ovvi motivi.

    5/2/04
    Mi dai una bella responsabilità... comunque, visto che ti fidi, ti passo queste due: a me hanno soddisfatto, specie il bisquit al limone. Come olio, ho usato l'olio d'oliva non extravergine, il tipo 'sapore delicato'.

    Torta al cioccolato senza burro (Alda)
    2 uova, 1 yogurt bianco, 150 g di farina, 170 g di zucchero, 2 cucchiaini di lievito da dolci, 100 ml olio dal sapore neutro, 200 g di cioccolato ad alto tenore di cacao e un cucchiaio di latte per farlo fondere. Forma rettangolare da cake, imburrata e infarinata o foderata con carta da forno.
    Scaldare il forno a 180°; far fondere il cioccolato (microonde o bagnomaria) battere le uova con lo zucchero finchè il composto è chiaro e lo zucchero sciolto; aggiungere lo yogurt, poi la farina mescolata al lievito; incorporare poco per volta l’olio poi il cioccolato fuso. Versare nella forma e cuocere circa 35 minuti; attenzione che non cuocia troppo, la lama di un coltellino infilata al centro deve uscire senza residui di pasta, ma ancora umida.

    @Laura: ciao, carissima! Felice ti sia piaciuto il dolce. Sono sicura ti sarà venuto una bontà, perché questa base si presta a numerose e ghiotte varianti. Anch'io pensavo di utilizzarla per un dolce arricchito da frutta di stagione, tipo mele, pere o prugne.
    A presto
    @Anika: Benvenuta! Grazie dei complimenti e di aver deciso di linkare il mio blog tra i tuoi preferiti. Ricambio i complimenti; ho dato una sbirciata al tuo sito e lo trovo veramente ben fatto. Mi rammarico solo di un fatto: ci vorrebbe una giornata di 48 ore per seguire adeguatamente tutti i blog che mi interessano.Per rispondere alla tua curiosità, ti dirò che sono nata in Tremezzina ma, curiosamente, conosco pochissimo le zone oltre Menaggio ed è un vero peccato perché so che ci sono angoli incantevoli, tipo villa La Gaeta.

    Un abbraccio a tutti e grazie della visita

    eugenia

    RispondiElimina
  12. l'ho fatto all'arancia:

    http://papaverodicampo.blogspot.com/2010/03/cronaca-di-un-dolcebuono-glassato.html

    cara eugenia è bello che questo dolce come una tela di penelope svolga la sua tessitura infinita (lei disfaceva noi mangiamo!)

    vieni a vederlo t'aspetto!

    RispondiElimina
  13. @Artemisia e Papavero: tentatrici!

    RispondiElimina
  14. Non si può passare indifferenti a ricette simili,la farò stasera,subito!Grazie,Lisa.

    RispondiElimina