Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 21 gennaio 2011

Panna cotta allo yogurt

La ricetta mi è stata ispirata da quella di Bill Granger, modificandone lievemente le proporzioni. E' un dolce fresco e abbastanza leggero, che trovo indicatissimo da servire alla fine di una cena un po' elaborata. E' consigliabile servire la panna cotta con una salsa ai frutti di bosco o, comunque, con qualcosa di un po' acido, che ne esalti il contrasto, tipo una salsa al kiwi o al frutto della passione.




Ingredienti per 6 vasetti (io ho usato dei porta-candela in vetro di Ikea):

180 g di panna fresca
50 g di zucchero
1/2 stecca di vaniglia
150 g di yogurt naturale (2 vasetti Activia)a temperatura ambiente.
2,5 fogli di colla di pesce Paneangeli

Ammollare i fogli di gelatina in un po' di acqua fredda. Prelevare i semi dalla stecca di vaniglia; porli in una casseruolina con la panna e lo zucchero. Mettere sul fuoco, scaldando la panna quel tanto che basta a far sciogliere lo zucchero. Non far bollire. Dare una passata con il frullatore ad immersione. Strizzare molto bene la gelatina e farla sciogliere, con l'aiuto di un piccolo frustino, nella panna calda. Far intiepidire, poi aggiungere, un po' alla volta, allo yogurt, mescolando accuratamente con il frustino. Versare in sei bicchierini, precedentemente inumiditi con acqua fredda, e mettere a solidificare in frigorifero per qualche ora.

6 commenti:

  1. ^_^ Anche io conservo i vasetti delle candele ikea! ^_^
    Mi piace veramente un sacco l'idea della panna cotta con lo yogurt..

    RispondiElimina
  2. Quanto adoro la panna cotta! Buon idea lo yoghurt che lo rende meno pesante...un abbraccio da ponente, P

    RispondiElimina
  3. @Yaya: sono comodissimi quei vasetti. sono proprio la misura ideale per riempirli di tante cose.Se farai la pannacotta, fammi sapere se ti è piaciuta.
    @Puddin: l'altro giorno, mi erano avanzati 70 g di panna dalla volta precedente.Ebbene, mi è bastato aggiungere del latte (parzialmente scremato, per giunta) fino ad arrivare alla dose regolamentare di 180g e la pannacotta è venuta altrettanto buona.
    un abbraccio e buon week end

    RispondiElimina
  4. Tesoroooo ci siamo lette nel pensierooooo ahahahah guarda il mio post di stamattina ahahahahahah!!!!
    Un bacio Eugenia!

    RispondiElimina
  5. Ciao!!
    devo dire che mi ha incurisita molto la tua versine, anche i ho provato a fare la "pannacotta con lo ygurt" ma a differenza tua non ho usato panna, ma solo yogurt, il risultato è stato ttimo, ma un pò diverso dalla pannacotta, forse aggiungendo panna cme hai fatt tu il risultatao sarà sicuramente migliore!
    Complimenti allora per questa ricetta, e anche per quella della salsina ai frutti rossi che ho letto prima ;)

    RispondiElimina
  6. @sonia:ho visto! periodo di pannecotte,vero?
    @erika: grazie. In questo periodo sto facendo un po' di "scuola di cucina" a mia figlia, visto che si sposera' il prossimo maggio. Questo dessert con la salsina di accompagnamento fa parte della "dote" culinaria che si portera' nella sua nuova casa.

    grazie a tutte
    eu

    RispondiElimina