Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 3 novembre 2009

Torta di mele 3

Con l'arrivo dell'autunno e delle prime croccantissime mele, mi piace preparare qualche dolce tipicamente casalingo, dal profumo confortante del buon tempo antico. Un paio di settimane fa ho sperimentato una ricetta di Marì, la gentilissima signora, amante della buona cucina, che ho conosciuto al corso da Medagliani. Quella che ho preparato domenica scorsa, invece, era una semplice variante della torta di mele 1, ma ha avuto un tale successo (forse per l'abbinamento con la salsa alla vaniglia) da lasciarmi interdetta: nel giro di poche ore è letteralmente sparita.




4 belle mele Golden (leggermente acerbe)
300 g di farina autolievitante
3 uova
150 g di zucchero
90 g di burro liquefatto e freddo
un pizzico di sale
la buccia grattugiata di 1/2 limone (non trattato)
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
burro e pangrattato per lo stampo

Rompere le uova in una terrina e lavorarle con lo sbattitore elettrico per qualche minuto. Aggiungere lo zucchero, il pizzico di sale, gli aromi; montare la massa fino a renderla bianca e soffice. Incorporare il burro, poco alla volta, sempre frullando, quindi abbassare la velocità al minimo e aggiungere la farina. Sbucciare le mele, privarle del torsolo, tagliarle in ottavi e poi a fettine; unirle al composto. Versare in uno stampo (diametro 24 cm) dai bordi amovibili, imburrato e spolverato di pangrattato; pareggiare la superficie del dolce con il dorso di un cucchiaio inumidito d'acqua. Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 45'.

Servire il dolce tiepido, accompagnandolo con un bricchetto di salsa alla vaniglia.

SALSA ALLA VANIGLIA

250 ml di latte fresco intero
250 ml di panna fresca
4 tuorli
110 g di zucchero
1/2 baccello di vaniglia

Portare a ebollizione il latte e la panna con i semi della vaniglia (aggiungere anche il baccello svuotato che, a cottura avvenuta, si toglierà). Spegnere e far riposare per qualche minuto. Battere, in un casseruolino, i tuorli con lo zucchero finché saranno ben gonfi. Unire la miscela latte+panna e cuocere su fiamma debilissima, mescolando continuamente, finché la crema velerà il cucchiaio. Travasare immediatamente in un recipiente freddo e, una volta raffreddata, conservare la salsa in frigo fino al momento dell'uso.

2 commenti:

  1. Dire che era eccezzionale e dir poco :-)

    RispondiElimina
  2. grazie, matteo. Fa sempre piacere vedere apprezzato il proprio lavoro....

    RispondiElimina