Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 11 settembre 2008

Focaccia alla feta ed erbe aromatiche


L'idea l'ho presa dal ricettario di una casa produttrice di forni, ma poi l'ho adattata ai miei gusti e agli ingredienti a disposizione. Si ottiene una focaccia croccantissima, saporita, buona gustata calda ma non disprezzabile anche da fredda. A questo proposito, mia figlia se n'è mangiato l'ultimo pezzo stamattina, a colazione.


Per la pasta:
200 g di farina 0
1 cucchiaino da caffè raso di sale fino
50 g di olio extravergine delicato
acqua tiepida q.b.

Per il ripieno
200 g di formaggio feta
1 piccolo rametto di rosmarino
4 o 5 rametti di timo
3 foglie di erba salvia
1 cucchiaio di olio extravergine
sale Maldon

Mettere la farina e il sale nel robot da cucina. Avviare la macchina, unire l'olio e, piano piano, tanta acqua quanto basta ad ottenere un panetto morbido e setoso. Far riposare l'impasto per una mezz'ora, sotto una ciotola capovolta. Nel frattempo, lavare le erbe aromatiche, asciugarle, staccare le foglie dai rametti e tritarle con la mezzaluna. Se ne dovrà ottenere un quantitativo corrispondente a circa 2 cucchiai da minestra. Passare la feta sotto un getto di acqua fredda e asciugarla bene. Non so quanto questa operazione sia ortodossa ma, per i miei gusti, è necessaria per eliminare dal formaggio l'eccesso di salinità. Accendere il forno (per ragioni di economia, utilizzo il pratico Sfornatutto DeLonghi) e portarlo alla massima temperatura (240°), lasciando all'interno la leccarda su cui si adagerà la focaccia . Stendere la pasta in due dischi sottilissimi, disporne uno su un foglio di carta forno, ricoprirlo con la feta sbriciolata e un cucchiaio di erbe. Chiudere con il secondo disco, sigillandone bene i bordi con i rebbi di una forchetta. Ungere la superficie con un cucchiaio d'olio, cospargere con il resto delle erbe tritate e una pizzicata di sale Maldon. Cuocere per circa 8 minuti.


17 commenti:

  1. questa la preparo! Mi piace l'idea che non ci sia il lievito nell'impasto!
    Bye

    RispondiElimina
  2. quasi una focaccia di Recco esotica/aromatizzata! :D mi ispira davvero!

    RispondiElimina
  3. Mamma mia che tentazione, sembra quasi di sentirne lo splendido profumo!! Grazie, proverò a prepararla quanto prima!
    P.S. Se ne hai voglia, passa nel mio blog, c'è un premio per te!
    http://ricettebarbare.blogspot.com/2008/09/arte-ponto-vida.html

    RispondiElimina
  4. Divinaaaaaaaaaa!!!Copierò sicuroooo!
    Saretta :D

    RispondiElimina
  5. Ciao, ti leggo da poco tempo... questa ricetta mi appare ottima solo a guardarla, quando ricomincerò a usare il forno (qui in Nord Africa... ehm ehm Sicilia non è consigliabile usarlo d'estate) la proverò e ti dirò.. a presto!

    RispondiElimina
  6. Sono venuta di qua per vedere le foto! Splendida, davvero!

    RispondiElimina
  7. che buona!!!
    mi fa gola.
    :-)

    RispondiElimina
  8. golosissima, la provo sicuramente!
    ciao
    laura de "i dolci di laura"

    RispondiElimina
  9. grazie a tutte.
    vi abbraccio con affetto
    eu

    @Barbara: ti ringrazio molto per aver pensato a me. Passo a trovarti. ciao
    eugenia

    RispondiElimina
  10. che buona la focaccia devo provarla a presto nanà!

    RispondiElimina
  11. Ciao benvenuta questa ricetta è proprio bella con la feta ciao

    RispondiElimina
  12. ciao, Seri. Grazie del commento e piacere di conoscerti.
    eugenia

    RispondiElimina
  13. ciao, ho fatto ieri questa focaccia ed è venuta buonissima, grazie

    RispondiElimina
  14. Sono io che ringrazio te, Grazia, per il riscontro positivo. Quasi quasi, la rifaccio presto anch'io.
    un caro saluto
    eugenia

    RispondiElimina
  15. in casa mia è diventata d'obbligo la domenica sera! ma io ci metto la crescenza e assicuro che è strepitosa. grazie Eugenia! Amalia

    RispondiElimina
  16. Grazie del suggerimento, Amalia. Provero' anch'io la variante con la crescenza: una focaccia di Recco alle erbe ;)

    RispondiElimina