Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 28 novembre 2011

Biscotti al cioccolato buonissimi (by Nigella Lawson)

Senza alcun dubbio, i migliori biscotti al cioccolato che abbia mai assaggiato. La ricetta, passata tante volte in tv, è un concentrato di cacao e bontà. Sabato ne ho cotto la dose intera, perché volevo regalarne una buona parte a degli amici, tuttavia la Lawson dà un ottimo consiglio: preparare tutto l'impasto e dare forma ai biscotti, poi cuocerne solo la metà e congelare il rimanente. Si avrà così a disposzione una scorta di ottimi biscotti e, quando si avvertirà il desiderio di gustare qualcosa di goloso e confortante, non servirà altro che tirarli fuori dal freezer e cuocerli, ancora congelati.

125 g di cioccolato fondente al 70% di cacao (io ho usato un fondente al 50%)
150 g di farina 00
30 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
un pizzico di sale
125 g di burro morbido
75 g di zucchero di canna chiaro (io ho usato la cassonade)
50 g di zucchero semolato
1/2 cucchiaino di pasta di vaniglia
1 uovo freddo di frigorifero
350 g (io 250 g) di gocce di cioccolato (è molto buono anche un mix di 180 g di gocce di cioccolato e 125 g di gocce di cioccolato bianco)

Riscaldare il forno a 160/170°C. Fondere il cioccolato nel microonde o a bagnomaria. Setacciare la farina con il cacao, il sale e il bicarbonato. Lavorare a crema il burro con i due zuccheri. Aggiungere il cioccolato fuso e la vaniglia; mescolare bene poi unire l'uovo e, in seguito, le polveri. Completare con le gocce di cioccolato. Foderare due placche con la carta forno. Usando un porzionatore da gelato, prelevare delle palline di impasto e disporle sulla placca. A me ne sono venute 14. E' importante osservare una certa distanza tra le palline, poiché l'impasto si allarga in cottura. Cuocere in forno per 18 minuti, testando un biscotto, a fine cottura, con la punta di uno stecco di legno. Sfornare; far riposare i biscotti sulla placca per 4 o 5 minuti, poi trasferirli su una gratella fino a completo raffreddamento. Si conservano per qualche giorno ben sigillati in una scatola di latta.

7 commenti:

  1. immagino che le istruzioni sulla corretta conservazione di questi biscotti siano del tutto irrilevanti, o per lo meno è quello che arguisco dalla lettura della ricetta. Grande Nigella! e anche grande Eugenia!

    RispondiElimina
  2. Non credo che si conservino in questa casa ^___^
    Ai miei golosastri piacciono i biscotti cioccolatosi e quindi appena sfornati finirebbero subito nelle loro panze.
    Li tengo presente grazie Eugenia.
    Mandi

    RispondiElimina
  3. Adoro Nigella e le sue ricette anche se ipercaloriche non deludono mai, quindi non vedo perchè non dovrei provare questi biscotti! ;-)

    RispondiElimina
  4. Dato che esordisci dicendo che sono i migliori biscotti al cioccolato che tu abbia mai mangiato.....ti credo in parola e me li copio.Brava Eugenia!!!

    RispondiElimina
  5. Congelare? Non é possibile una leccornia simile, sparisce in un attimo.
    Baci baci

    RispondiElimina
  6. Buongiorno! :-) belli e buoni, questi biscotti!
    mi chiedevo se si possa sostituire la farina 00 con quella di riso o comunque con il mix per dolci senza glutine.. secondo te, se po ffà? :-)
    Baci
    Luisa.

    RispondiElimina
  7. @Dede: grazie! In effetti, i biscotti non hanno fatto in tempo a conservarsi nella scatola di latta.
    @Rosetta: questo e' proprio il genere di biscotto che piacerebbe ai tuoi orsi, penso.Salutameli!
    @Claudia: ecco, l'unico difetto che hanno le ricette della Lawson e' quello di essere ipercaloriche. Per il resto, e' goduria pura.
    @Mariabianca: e' vero, sono ottimi, anche se, andando a spulciare sul blog, mi sono accorta che, anni fa, avevo fatto dei biscotti con una ricetta di Laura Ravaioli praticamene identica a questa. L'unica differenza e' che in quella della Ravaioli lo zucchero e' tutto semolato mentre in quella della Lawson ce n'e' una parte di canna. Come dire: nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma... :)
    @Germana: hai perfettamente ragione!
    @Luisa: Io credo che si possa tranquillamente sostituire la farina 00 con quella di riso. Anni fa, ai tempi gloriosi del forum C.I., avevo provato una ricetta di ottimi biscottini al cacao e farina di riso, molto friabili. Se la trovo nell'archivio, te la mando. Un abbraccio

    RispondiElimina