Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 18 agosto 2009

Empanadas de atún (fagottini al tonno)

Tra le golose proposte gustate alla Taberna del Pinxtos, una mi è particolarmente piaciuta ed ho desiderato riproporre a casa: i fagottini al tonno. Un appetitoso ripieno a base di tonno sott'olio, peperone verde e uovo sodo racchiuso in una sfoglia di brisée. La preparazione andrebbe fritta, ma io ho preferito cuocerla in forno.



per la sfoglia:

200 g di farina 00
60 g di burro
1 cucchiaino raso di sale
acqua minerale gelata q.b.

Impastare e lasciar riposare un'oretta, avvolto in pellicola.

per il ripieno:

½ cipolla
¼ di peperone verde tagliato a minuscoli dadini
1 pomodoro ramato(sbucciato e frullato)
1 uovo sodo tritato
1 scatoletta da 200g di ottimo tonno sott'olio
un filo d'olio extravergine
1/2 cucchiaino di pimentón ( o paprika)

e inoltre:

un rosso d'uovo battuto con un po' d'acqua per pennellare i fagottini

Saltare nell’olio il peperone; dopo 2 o 3 minuti aggiungere la cipolla e farla rosolare a fiamma bassa per una decina di minuti. Unire il pomodoro frullato e far restringere. Salare. Far raffreddare. Unire una spolverata di pimentón dulce (o paprica), il tonno (sgocciolato e sbriciolato con la forchetta) e l'uovo sodo tritato. Stendere la sfoglia fino alla penultima tacca della macchinetta; ritagliare dei cerchi con un bicchiere, farcirli con un cucchiaino di ripieno e chiuderli a mezzaluna. Sigillare bene l’apertura con i rebbi di una forchetta. Adagiare i fagottini sulla lastra ricoperta da carta forno, pennellarli con un tuorlo battuto con qualche goccia d’acqua. Cuocere a 190°C fino a che saranno dorati.

Annota bene: con queste dosi si ottengono circa 40 fagottini. Se non si ha intenzione di consumarli tutti, conviene congelarne la metà nel solito modo, ovvero disponendo i fagottini crudi su di un vassoio coperto da carta forno e facendoli indurire nel congelatore per qualche ora. Sarà poi facile stoccarli nei sacchetti di plastica, senza il pericolo di vederli appiccicare gli uni agli altri. Un'ottima risorsa da offrire con l'aperitivo!



12 commenti:

  1. Uaoo devono essere davvero buonissimi
    ciao
    cristina

    RispondiElimina
  2. Davvero belli e sicuramente buonissimi e buono a sapersi si possono congelare, grazie!!

    RispondiElimina
  3. davero favolosi questi fagottini, copio subito!!!
    buona giornata.

    RispondiElimina
  4. bel reportage cara eu.
    mi piaccio questi fagottini, presto avro' una merenda domenicale e tra il salato potrebbero piacermi!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutte, ragazze. Se decidete di farle, fatemi sapere se sono piaciute. A casa mia, sono state "polverizzate" in pochi minuti.
    abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  6. quando in un raptus masochistico ;-) si accende il forno val la pena davvero di sfruttarlo appieno e farsi una scorta di queste bontà! ;-)

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    sfiziosissimi questi fagottini, saranno strepitosi anche fatti con la pasta sfoglia...
    E' la prima volta che mi fermo a lasciare un commento, anche se sono già passato diverse volte a prendere spunto dalle tue meravigliose ricette.
    Un saluto
    Flavio
    http://www.ristorantepesce.com/

    RispondiElimina
  8. Ciao,
    passavo di qua (non è vero: il tuo blog è elencato tra i miei preferiti). Nella ricerca affannosa di ricette che possano conciliare le esigenze di mia figlia vegetariana e il resto della famiglia, trovo degli ottimi spunti. Una domanda: per quante persone di solito elabori le tue ricette? Grazie
    Bernadette
    P.S.: la mia cucina è esposta asudovest e ho tanta voglia di fare le empanadas; speriamo che l'afa allenti la sua morsa

    RispondiElimina
  9. Che belli qusti fagottini, viene voglia di farli subito! Grazie per la ricetta e a presto

    RispondiElimina
  10. Ciao, sono Bernadette
    la domanda che ti ho posto ha trovato risposta in sede pratica.
    I fagottini sono stati fatti e .....mangiati. Pensi che si possa trovare un superlativo a ottimo?
    Grazie.

    RispondiElimina
  11. questo piatto si presenta come un piatto polacco che amo. Vi ringrazio per questa ricetta.

    RispondiElimina
  12. @ cobrizoperla: benedico sempre il giorno in cui decidemmo di mettere l'aria condizionata.Da allora, non c'è afa che mi trattega dall'accendere il forno quando mi pare ;)
    @Flavio: benvenuto! grazie delle belle parole, spero di rileggerti presto.Ho visto che gestisci un ristorante a Milano; chissà che non ci si possa incontrare, un giorno.
    @Bernadette: di solito, le mie dosi sono per 4 persone, ma quando sono superiori cerco sempre di scriverlo nelle indicazioni. Di fagottini al tonno, con quelle dosi, ne ho ottenuti una quarantina e li ho serviti in due distinte occasioni (metà li avevo surgelati) per un aperitivo con 5 persone. Sono contenta ti siano piaciuti. Grazie della fiducia e della preferenza.
    @ Sabrine:grazie a te, Sabrine. A presto
    @Marysia: ciao e benvenuta! Credo tu intenda parlare dei pierogi (o pirogi). Ci somigliano molto, è vero. Se ti interessa, sul blog c'è un'altra ricetta, questa volta con ripieno di cipolla cruda, capperi e tonno, che è molto stuzzicante e si avvicina ai pirogi.
    http://labelleauberge.blogspot.com/2006/12/fagottini-al-tonno.html

    Un caro saluto
    eugenia

    RispondiElimina