Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

domenica 23 settembre 2007

Cipolline in agrodolce


L'altro giorno, al supermercato, ho sentito una ragazza chiedere a quella che, con ogni probabilità, era sua madre: "Sono queste le cipolle borettane?", mostrando di saper distinguere fischi da fiaschi. Io, come un pappagallo, ho a mia volta deposto nel carrello le appetitose cipolline e mi sono serenamente avviata verso la cassa, pregustando la ricetta che ora vi propongo. Sia ben chiaro, nulla di originale, ma in questi primi accenni di autunno un buon piatto in agrodolce ci sta bene.




750 g circa di cipolline borettane
20 g di burro
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di miele
1/2 bicchiere scarso di aceto di vino rosso
sale, pepe
2 foglie di alloro

Sbucciare le cipolline facendole cadere, man mano, in una bacinella piena d'acqua. Quando saranno tutte pronte, gettarle per 5 minuti in acqua bollente, leggermente salata ed aromatizzata da una foglia di alloro. Trascorso il tempo indicato, scolarle e tenerle da parte. In un tegame di giusta misura, far sciogliere il burro a fiamma media, profumandolo con una foglia di alloro; unire lo zucchero e il miele. Quando saranno ben sciolti, versare l'aceto, far riprendere il bollore, unire le cipolline, salare poco, mettere il coperchio e cuocere per circa 45 minuti. A tempo debito, scoperchiare e lasciar restringere l'eventuale liquido rimasto, scuotendo il tegame in modo da rivestire uniformemente le cipolle. Controllare il sale, aggiungerne se necessario e profumare con un'abbondante macinata di pepe.



Nessun commento:

Posta un commento