Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 14 giugno 2010

Tremezzo (Como)- Ristorante "La Darsena"


Il Ristorante "La Darsena", a Tremezzo, è una delle nostre mete gastronomiche preferite durante la bella stagione. Situato in posizione strategica, nello splendido territorio denominato Tremezzina (Villa Carlotta e Villa del Balbianello sono a pochi minuti d'auto di distanza), è direttamente affacciato sul lago. Dalla sala interna e dal terrazzo si può godere la vista del promontorio di Bellagio e delle Grigne; la cucina, di stampo tradizionale ma con un tocco di modernità, ha tutte le carte in regole per garantire una piacevole sosta al pellegrino che si trovi a passare da queste incantevoli rive. Un servizio attento e gentile, dal tratto amichevole, e un conto onesto completano il quadro della situazione e mi consentono di raccomandarvi senza timore questo locale.





Per festeggiare degnamente il compleanno di mia madre abbiamo iniziato con tre antipasti: il supercollaudato Le delizie del Lario, pesci di lago cucinati in maniera innovativa, lo stinco di vitello con spuma di tonno e composta di cipolle-una rivisitazione in chiave moderna del classico vitello tonnato-(ottimo, mia madre lo sceglie sempre) e la tartare di salmone marinato agli agrumi e aneto, con pan brioche e salsa allo yogurt, fresco e saporoso al tempo stesso. Tutte queste proposte sono un classico del ristorante e vengono regolarmente inserite nel menu estivo.



Come primi abbiamo scelto i deliziosi ravioli ripieni all'amatriciana (una sfoglia fine, impeccabile, farcita con il tradizionale sugo all'amatriciana) adagiati su un velo di pesto leggero e guarniti da lamelle di pecorino; un risotto mantecato ai pisellini novelli (di grande delicatezza) con scaloppe di foie gras al vin santo e delle tagliatelle fresche con punte di asparagi e calamari.




I dessert: Carpaccio di ananas marinato al Kirsch con gelato al fiordilatte, Semifreddo al cioccolato bianco con composta di fragole allo zenzero, Crema bruciata al mango. Io ho scelto il più complesso, il semifreddo al cioccolato bianco, e devo dire che c'è molta tecnica dietro. Il semifreddo, fondente al punto giusto, non era eccessivamente dolce e ben contrastava con una base di biscotto impregnata da una bagna al lampone, giustamente acida. Le fragole, che non si vedono molto nella foto, erano aromatizzate da uno sciroppo allo zenzero. La deliziosa e croccante sfoglietta alle mandorle è stata fraternamente divisa in tre pezzetti...

Ristorante "La Darsena"
Via Statale Regina 3 - 22019 Tremezzo (Como)
Tel. 0344 43166

15 commenti:

  1. bello questo tuo servizio Eugenia, fa venir voglia di correre ad assaggiare.... Anzi tra una 10ina di giorni dovrei passare da li vicino... Se riesco farò una capatina e mi sa che dovrò fare il tuo nome!!! :-))))
    Grazie del consiglio
    Dani

    RispondiElimina
  2. tanti auguri a mamma Laura!
    anche un bacio

    RispondiElimina
  3. Ci devo andare! Le foto non lasciano dubbi!

    RispondiElimina
  4. quanto ci vorrà da qui per arrivare in tempo per l'ora di cena?

    RispondiElimina
  5. Eugenia, adesso che ho visto anche le foto dei piatti, non posso non farmi portare a Tremezzo!!!
    Tanti augui alla tua mamma :-)

    RispondiElimina
  6. Ottimo! vista la pubblicità, la prossima volta chiederò lo sconto ;)
    grazie infinite a tutte.
    Presenterò con molto piacere i vostri auguri a mia madre.
    un abbraccio
    a presto
    eugenia

    RispondiElimina
  7. Ho visto mille volte questo ristorante ( mi piace l'affresco sui muri) ma non sapevo come si mangiasse: di sicuro la prossima volta ci vado !

    RispondiElimina
  8. sembra cosi' bello - lo metto sulla lista! Se ci fossero piu posti cosi belli sul lago......

    RispondiElimina
  9. @Aniko: il ristorante lo conosco fin dai tempi in cui a gestirlo c'erano delle persone della Valtellina. Si mangiava molto bene anche allora, ma era una cucina molto tradizionale e con pochi guizzi.

    @Sylvia: hai ragione, ce ne vorrebbero di più.Non so cosa darei per avere una casa con quell'affaccio...
    Pazienza, forse in un'altra vita.
    un abbraccio
    eugenia

    RispondiElimina
  10. ellapeppa! Che bel posto, ci andrò sicuramente....

    Grazie Eugenia!

    RispondiElimina
  11. @Giuliana: credo di poter dire, senza tema di smentite, che questo è uno dei pochi ristoranti decenti che trovi in centro lago. Aspetto le tue impressioni quando ci andrai.
    Un abbraccio e grazie di essere passata da me.

    RispondiElimina
  12. I gestori della valtellina erano i miei nonni, hanno gestito il ristorante dai primi anni '60 fino al 1993 dopodiche il locale ha cambiato gestione 2 colte fino ad arrivare all' ultima gestione che grazie a una meritevole ristrutturazione e alla loro professionalita' regalano ottime esperienze culinarie.

    RispondiElimina
  13. Ciao, Andrea. Mi fa molto piacere leggere il tuo commento. Ricordo molto bene la gestione dei tuoi nonni, fin dai tempi in cui, ormeggiato fuori dal ristorante, stava quel grande battello su cui si poteva cenare nelle sere d'estate.
    Anni d'oro, quelli. Come dimenticare le crespelle al formaggio e il risotto con il pesce persico? Nel '91, in occasione del suo ottantesimo compleanno, la mia cara nonna volle offrire il pranzo a La Darsena a tutta la sua numerosa parentela. Fu una giornata memorabile!
    Grazie per aver risvegliato in me questo dolci ricordi. Spero di rileggerti ancora.

    RispondiElimina
  14. Ciao!!Purtroppo leggo solo ora la sua risposta. Vengono anche a me dolci ricordi perche' lavorando all estero non posso deliziarmi tutti i giorni con la cucina dei nonni! Anche loro ricordano con molta nostalgia quegli anni e pure io ogni tanto penso che se non avessero ceduto l'attivita', oggi la porterei avanti io che di professione sono sommelier(giusto per portare avanti la passione per l'enogastronomia in famiglia). Mi fa molto piacere leggere le ricette e le recensioni sui locali del Lario qui sul suo blog, che ho scoperto solo dopo aver pensato di creare qualcosa di simile pure io. Le auguro buone feste e un felicissimo anno nuovo.

    RispondiElimina
  15. Grazie, Andrea. Buon anno anche a te e alla famiglia. Se mi dici il nome del tuo blog, ti linko tra i preferiti.
    A presto

    RispondiElimina