Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 6 ottobre 2008

Intorno ad un BBQ

Domenica abbiamo inaugurato il barbecue. Grande trepidazione e amletiche domande: funzionerà bene? carbonizzeremo qualcosa? non avremo preparato troppa roba? Una volta tanto, tutto è filato liscio come l'olio, con nostra grande soddisfazione. Senza troppi giri di fantasia, abbiamo servito: T-Bone Steak, filet mignon, cotolette di maiale, petto di pollo, wurstel e spiedini misti. Insalata di lattuga e patate alla senape per contorno, ananas fresco al Maraschino come dessert.







Per le carni ho preparato due marinate. Una, semplicissima, a base di olio extravergine, pepe nero macinato al momento, rametto di rosmarino, è servita per le bistecche e il filetto. Le carni, ben unte, le ho sigillate dentro un sacchetto per alimenti. L'altra, per il maiale ed il pollo, era fatta con:
MARINATA PER COTOLETTE DI MAIALE E PETTI DI POLLO (da cuocere sul BBQ)

100 ml di vino bianco secco
1 cucchiaio di senape
succo di 1/2 limone
1 cucchiaio di aceto di riso
2 cucchiai di salsa Teriyaki
2 cucchiai di salsa d'ostriche
1 cucchiaino di soya
1 cucchiaio d'olio
1 cipollotto tritato
1 foglia di alloro
un pizzico di peperoncino

Ho mescolato bene, versato dentro una busta per alimenti, aggiunto le carni e sigillato ermeticamente. In frigo per una notte. A tempo debito, ho tolto le buste dal frigo un'ora prima della cottura; ho asciugato il manzo con della carta da cucina mentre ho lasciato un po' di marinata su maiale e pollo. Spiedini e wurstel sono finiti sulla griglia senza nessun trattamento preventivo.

Oltre alla senape, ho servito la salsa barbecue preparata in questo modo:

SALSA BARBECUE
1 tazza da tè di Ketchup
1 cucchiaio di Worcestershire Sauce
2 cucchiai rasi di zucchero semolato
2 cucchiai rasi di zucchero di canna (macinato fine)
1 cucchiaio di aceto di riso
2 cucchiai di aceto di vino rosso
1/2 cipolla tritata
un pizzico di sale
pepe nero del mulinello abbondante

Riunire tutti gli ingredienti in un pentolino, portare a bollore e cuocere per 5 minuti, mescolando ogni tanto. Spegnere, travasare in un vasetto di vetro, lasciar raffreddare, tappare e conservare in frigo.

6 commenti:

  1. che barbecue bello e dalla belle manopole! e di grande soddisfazione vedo!

    RispondiElimina
  2. Vero, cara papavero. Fortunatamente, è stato un collaudo ben riuscito. Temevo fumo o odoracci di bruciato e invece è andato tutto bene. Speriamo anche per il futuro...
    un abbraccio e grazie della visita
    eugenia

    Da qualche tempo, postare un commento sui blog è diventata un'impresa titanica. Cade la connessione di continuo, occorrono minuti prima del ripristino, con conseguente segamento di nervi. Succede anche a voi?

    RispondiElimina
  3. magnifico BBQ inteso come attrezzo, ma anche magnifico BBQ inteso come menu (ottime le salse, tutte scrupolosamente annotate) e magnifico BBQ inteso come ricevimento

    RispondiElimina
  4. @ Dede: sei proprio un'amica!
    ti abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  5. che bella idea quella di mettere le carni a marinare in sacchetti sigillati, penso che l'aroma ed i profumi delle spezie e delle erbe penetrino più intensamente.
    di sicuro è da provare
    grazie e buona serata
    marg

    RispondiElimina
  6. ciao, Marg, che bello rileggerti. L'idea di sigillare i sacchetti l'ho appresa da alcuni chef che vedo in tv, in particolare dalla conduttice Nigella Lawson. In effetti, è comodossimo riporre le carni marinate nei sacchetti: si occupa poco spazio e l'alimento assorbe gli aromi e si intenerisce.

    Mi vorrei scusare nuovamente con tutti i gentili amici che vengono a trovarmi e a cui non ricambio, come dovrei le visite; la mia non è indifferenza o, peggio, superbia.
    Per ragioni di tempo, non mi è proprio possibile trascorrere tanto tempo al computer e spero riuscirete a comprendere il mio dispiacere e il mio imbarazzo.
    Un grande saluto a tutti
    eugenia

    RispondiElimina