Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 27 agosto 2007

Piadine al crudo e caviale di fichi

Inizia la stagione dei fichi, delizia del palato e dolce promessa d'autunno. Un modo per offrirli, in abbinamento al prosciutto crudo, può essere quello di prepararli in composta. Scaldare delle piadine su entrambi i lati, tagliarle in quattro, spalmarle di caviale di fichi e completare con fette di prosciutto crudo di Parma.




CAVIALE DI FICHI
10 fichi neri
4 pomodori perini
4 cipollotti
1 pezzetto di zenzero
il succo di mezzo limone
olio extravergine aromatizzato al peperoncino
sale


Lavare i pomodori, scottarli per qualche minuto in acqua bollente, spellarli, privarlii dei semi e ridurli in dadolata. Lavare anche i fichi, asciugarli e tagliarli in quattro parti.
Far ammorbidire i cipollotti, tagliati a dadini, in due cucchiai di olio extravergine. Unire i pomodori, i fichi e il pezzetto di zenzero, privato della scorza. Cuocere a fiamma moderata per una mezz’oretta. Salare. Lasciar raffreddare, togliere lo zenzero, versare il composto nel frullatore e unire, a filo, il succo di limone e due dita di olio al peperoncino.

5 commenti:

  1. questa composta mi incuriosisce assai. i fichi mi attraggono. mi chiedo: qual'è il contributo dei pomodori? perchè togli lo zenzero? (sopportami :))

    RispondiElimina
  2. Ciao, artemisia, cercherò di rispondere alle tue legittime curiosità come meglio posso. I pomodori danno un po' di acidità e di colore, intendendo come "caviale" le uova del salmone. Lo zenzero, a ben pensarci, si potrebbe anche grattugiare e lasciare che si sciolga nel composto. Io l'ho tolto perché, avendolo aggiunto intero, non volevo ritrovarmi quelle fibre dure che si annidano al centro del rizoma. Grazie per la visita e a presto.

    RispondiElimina
  3. mi hai convinto (sui pomodori); lo zenzero lo grattugerei, anche grazie alla mirabile microplane. ma lo sai che di fichi non se ne parla a roma? piccolissimi, rari, costosi... dicono che non ce ne sono :(

    RispondiElimina
  4. Qui si trovano in vendita da una quindicina di giorni, anche al supermercato, proprio in quella varietà piccola e dolcissima che a me piace molto.E' vero, sono parecchio cari per essere frutta di stagione, costano sui 3,50 al chilo. Pensare che al lago ce ne sono in abbondanza. Mia madre, proprio sabato, mi diceva di averne ricevuti in regalo dal cognato una grande cesta, del tipo "genovese", fichi grossi dal colore blu e verde.

    RispondiElimina
  5. li ho comperati dallo Spacciatore di zucche, grandi, perfetti (sospetti) TURCHI! mi pare 3 euro al chilo.

    penso che li farò ripieni di robiola alle erbette, non credo siano abbastanza dolci per fare la zuppa di fichi. userò la loro eccessiva, soda bellezza viola.. ti farò sapere.

    INVIDIA per la mamma.

    RispondiElimina