Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 29 maggio 2009

Salmone Tandoori con riso basmati e spinaci

Quando fa caldo, mi piace offrire dei piatti speziati che stuzzichino l'appetito. Ieri sera, ho presentato in tavola questo salmone, ricoperto da una salsa a base di yogurt e tandoori curry paste (idea presa dal numero di giugno di GoodFood, anche se la rivista suggeriva l'uso del Tikka masala curry paste). Se vi piace il piccante, ve lo consiglio.

Per 4 persone:

600 g circa di filetto di salmone
2 cucchiai di tandoori curry paste (lo trovate al Gigante)
150 g di yogurt greco
1 piccolo pomodoro (spellato e finemente tritato)
1 cucchiaio di olio
2 cipollotti
280 g di riso basmati
1/2 litro circa di brodo leggero o acqua salata

Per guarnire:
1/2 cipollotto di Tropea
1 lime
una manciata di spinaci baby

Spellare il salmone, privarlo delle eventuali lische, passarlo sotto acqua corrente, asciugarlo perfettamente, tagliarlo in quattro o più tranci. Versare lo yogurt (tenerne da parte un piccolo quantitativo-servirà per la guarnizione) in una terrina, unire la pasta di curry e il pomodoro tritato. Mescolare accuratamente e immergervi il salmone, ricoprendolo da ogni parte. Accendere il forno e portarlo a 180-200°C. Ricoprire una teglietta con carta forno, adagiarvi il pesce con tutta la sua salsa e cuocerlo per circa 15'. Nel frattempo, far rosolare, in un tegame antiaderente, i cipollotti tritati con l'olio. Dopo circa 5' unire il riso, insaporirlo nel soffritto, poi coprirlo con il liquido bollente. Mettere il coperchio e cuocere per circa 12'. Scoperchiare e sgranare il riso con una forchetta. Su un piatto da portata riscaldato stendere un letto di riso; adagiarvi sopra i filetti di salmone ormai cotti e decorare con il cipollotto Tropea tritato, gli spicchi di lime, qualche foglia di spinacio e un ciuffo di yogurt su ogni trancio.


Annota bene: lo stesso trattamento lo si può riservare alla carne di pollo.

Nessun commento:

Posta un commento