Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 16 luglio 2009

Gelatina di pomodoro e basilico


Un piccolo sfizio per aprire una cena estiva. Consiglio di suddividere il preparato in 6-8 bicchierini: una quantità maggiore potrebbe stancare, mentre un assaggio risulterà più stuzzicante. Fonte: Cuisine et Vins de France .



1/2 litro di succo di pomodoro (frullare pomodori maturi, senza pelle e semi)
1 bustina di agar-agar Midor (o 8 g di colla di pesce)
1 cucchiaino di succo di limone
1 cucchiaio d'olio d'oliva
sale, pepe bianco
4 foglie di basilico + un ciuffo per guarnire
50 g di feta
8 olive nere snocciolate
una manciata di pinoli

Tagliare a striscioline il basilico. Mescolare l'agar-agar con metà del succo di pomodoro, portare a bollore e cuocere per 1 minuto. Ritirare dal fuoco e versare, poco alla volta, nel succo di pomodoro freddo, mescolando in continuazione.Condire con sale, pepe, olio d'oliva, succo di limone.Unire le foglioline di basilico tritate. Distribuire nei bicchierini e lasciar rapprendere a temperatura ambiente. Conservare in frigo fino al momento del servizio. Nel frattempo, tostare i pinoli a secco in un padellino. Tritare grossolanamente le olive. Al momento opportuno, decorare i bicchieri con la feta sbriciolata, le olive a pezzetti, i pinoli tostati e un ciuffo di basilico.

Annota bene: se si usa la colla di pesce, ammorbidirla per una decina di minuti in acqua fredda, strizzarla e aggiungerla a metà del succo di pomodoro riscaldato. Proseguire come spiegato sopra.


5 commenti:

  1. Sono da tempo alla ricerca di una gelatina di pomodoro che mi soddisfi ( e cioè che perda quel retrogusto acidulo che in questa preparazione sento sempre). Leggendo gli ingredienti, mi è venuta voglia di provare questa ricetta, anche perché mi piace l'idea della guarnizione "nature", senza altre sovrapposizioni di strati, intendo dire. Un dubbio veloce: l'agar agar riesce a solidificare anche fuori dal frigo vero? e se sì, in quanto tempo? E' che ho sempre problemi di spazio nel frigo e una soluzione del genere me ne risolverebbe un bel po'
    Grazie e come sempre complimenti per il tuo blog
    alessandra

    RispondiElimina
  2. ciao, Alessandra. Sì, l'agar-agar solidifica a temperatura ambiente e ci mette davvero poco tempo (ora non ti so quantificare, perché li ho preparati qualche giorno fa e ho pochissima memoria). In bicchierini piccoli dovrebbe metterci massimo un'ora. Nonostante l'aggiunta di un po' di succo di limone (non previsto dalla ricetta originale), la gelatina di pomodoro è rimasta dolce.Ho usato dei pomodori del giardino, varietà cuore di bue, che la grandinata di qualche notte fa ha miracolosamente risparmiato.

    un abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  3. Eugenia, passare da queste parti è un piacere, si trovano sempre tanti spunti interessanti.
    Io sono un pò scettica nei confronti dell'agar agar, tu lo consigli? Lo preferisci alla gelatina?

    RispondiElimina
  4. @ Lydia: grazie mille,sei sempre gentilissima. Con l'agar-agar sto facendo qualche esperimento e non posso ancora pronunciarmi. Ricordo che, anni fa, mi deluse alquanto. Tornerò sull'argomento a breve.
    Grazie e a presto
    eu

    RispondiElimina
  5. grazie. anch'io, al pari di lydia, sono un po' perplessa: ma visto che ci sei tu a fare gli esperimenti...;-) ne approfitto volentieri. grazie ancora per la risposta, lo proverò al più presto
    ale

    RispondiElimina