Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 1 luglio 2010

Gamberi fritti con impanatura al cocco

Un delizioso appetizer o un appetitoso secondo (a dipendenza della quantità di gamberi servita), che si accompagnerà ottimamente a delle fresche insalate e a salsine sfiziose. Io li ho serviti con una salsa agrodolce giapponese, ma si potrebbe pensare anche ad una Raita o alla piccantina maionese al wasabi.


Per 4 persone

500 g di gamberoni o mazzancolle
marinata per gamberi
1 uovo
farina q.b.
pane grattugiato q.b.
farina di cocco
olio di oliva
sale

Privare i gamberi di testa e carapace, eliminare il budellino nero, risciacquare velocemente sotto acqua corrente ed asciugare in carta da cucina. Immergere i gamberi nella marinata , sigillare la ciotola con pellicola e conservare in frigorifero per tre ore circa. Al momento di andare in tavola, battere brevemente l'uovo e preparare un miscuglio con pari peso di pangrattato e farina di cocco. Infarinare leggermente i gamberi, passarli nell'uovo battuto e impanarli nel miscuglio pane grattugiato/farina di cocco. Friggere in olio caldo per pochi minuti e servire immediatamente, cospargendo con un pizzico di sale.

10 commenti:

  1. bellissima idea Eugenia, me la stampo subito, un bacione!

    RispondiElimina
  2. Eugenia, ma sai che ho usato quasi lo stesso procedimento per i carciofi?
    http://ammodomio.blogspot.com/2010/03/carciofi-fritti.html
    I gamberi non li ho mai fatti, ma li provo prestissimo, ah se li provo! :P
    Grazie infinite,
    Ornella

    RispondiElimina
  3. che bella idea eugenia sei portentosa, e di un'altra dritta voglio ringraziarti, leggo maionese al wasabi! cavolo e chi ci avena pensato all'idea di unirle! (o si trova bell'e pronta?) le mischierò! adoro ambedue e forse il wasabi abbasserà la testa! ma mi piace un sacco anche da solo fino alle lacrime!!

    RispondiElimina
  4. questa non l'avevo sentita.... sarà da provare quando farà meno caldo
    Buona serata

    RispondiElimina
  5. @Chiara: sono davvero buoni, anche per me che non mangio mai i fritti!
    @Ornella: ho visto! Che idea favolosa l'abbinamento cacao e cocco nell'impanatura dei carciofi. Li farò senz'altro quando torneranno sul mercato.
    @papavero: l'idea del cocco mi è venuta guardando un blog americano. In quel caso, dopo aver passato i gamberi (senza marinatura, ma io la raccomando perché acquistano moltissimo)in uovo sbattuto con latte di cocco, impanavano in una miscela di farina di cocco e panko(una specie di pangrattato giapponese che ho visto usare anche dalla Nigellona).La maionese al wasabi credevo di averla inventata io :DDDD un giorno in cui, volendo fare una salsina un po' piccante ma non avendo rafano fresco, avevo aggiunto qualche cm di pasta di wasabi alla maionese. Qualche giorno fa, però, ho visto una puntata dello show di Martha Stewart in cui la conduttrice parlava di maionese al wasabi come se fosse cosa stranota.Anche a me piace molto il wasabi, ma ricordo che qualche estate fa, in un ristorante giapponese di Las Palmas, misi distrattamente in bocca un pezzetto di pesce con un'abbondantissima porzione di wasabi: ti immagini la tonalità di rosso che assunse la mia faccia? Per spegnere l'incendio dovetti bere una bottiglia di minerale da un litro e ancora sentivo pizzicare...
    @Rayna: ciao! prova a farli, la panatura al cocco aggiunge una nota dolce croccante che non guasta.

    A presto
    grazie della gradita visita
    eu

    RispondiElimina
  6. @Ornella: sto cercando da mezz'ora di postare un commento sul tuo blog ma non ci riesco. Con grande fatica ho aperto il collegamento alle foto (FA-VO-LO-SE!!!) ma non mi si apre la casella dei commenti. Purtroppo, il mio tecnico di fiducia stà per partire in vacanza, ma appena torna gli farò reinstallare Explorer: con Mozilla rischio l'esaurimento nervoso.
    Più tardi ci riprovo.

    RispondiElimina
  7. anora una citazione di film hai visto "wasabi" di besson con jean reno? molto divertente, lui ingolla wasabi e non fa una grinza nemmeno una lacrima!

    RispondiElimina
  8. Vorrei spesso lasciati un commento,che è sempre elogiativo,ma non me li accetta.Faccio un altro tentativo come anonimo , intanto ti mando un abbraccio
    Annamaria

    RispondiElimina
  9. nonostante l'afa, i tuoi piatti fanno venire sempre voglia di mangiare!
    Brava!

    RispondiElimina
  10. @Pap: purtroppo devo rispondere ancora una volta no. Ho attraversato un lungo, lunghissimo periodo in cui non riuscivo più a concentrarmi né su un film, né su un libro. Da circa un paio d'anni sto lentamente riprendendo i vecchi ritmi e non mancherò di vedere anche questo film (tra l'altro, Reno è un attore che mi piace moltissimo).
    @Annamaria: come ti capisco!
    Succede anche a me e non ti dico che nervi. Ricambio l'abbraccio.
    @Fabi: grazie mille! In questo periodo vivrei solo di frutta e verdura, ma devo pensare al resto della truppa che, nonostante il caldo, non perde mai l'appetito!

    un abbraccio
    a presto
    eu

    RispondiElimina