Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 10 novembre 2009

Quiche ai porri

L'ennesima variante al mio repertorio di quiches salate. Si differenzia da quella al solo emmental per l'aggiunta dei porri stufati, un ingrediente che, personalmente, adoro aggiungere alle torte salate. In questa versione, non ho messo il prosciutto, come in quest'altra ricetta, perché ho voluto seguire esattamente le indicazioni della mia cara zia Giusi, alla cui quiche mi sono ispirata.






2 grossi porri
una nocciola di burro
3 uova
250 ml di panna fresca
1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
sale
abbondante noce moscata
150 g di emmental francese (Entremont, tanto per non fare nomi*)
1 confezione di pasta sfoglia fresca (Rana)

Stendere il cerchio di sfoglia in una teglia Ø 26 cm, bucherellarne il fondo con i rebbi di una forchetta e conservare in frigo fino al momento della guarnizione.
Lavare accuratamente i porri, tagliarli a sottili anelli e metterli a stufare in poco burro e qualche cucchiaio di acqua oppure, metodo che preferisco, cuocerli coperti e con l'aggiunta di qualche cucchiaio d'acqua nel MO per 5' alla massima potenza. Una volta cotti, ripassarli in padella con una nocciola di burro, finché saranno ben asciutti. Salare e lasciar raffreddare. Privare della crosta l'emmental e tagliarlo a sottili fettine. In una ciotola, amalgamare le uova con la panna e il parmigiano, salando e profumando con un'abbondante grattugiata di noce moscata. Aggiungervi i porri raffreddati e mescolare accuratamente il composto. Prendere lo stampo con la sfoglia, disporre sul fondo le fettine di formaggio, colarvi sopra la royale ai porri. Cuocere in forno caldo a 180°C per circa 30'. Si serve tiepida.


Annota bene: (*) in questa preparazione, preferisco l'uso dell'emmental francese, più delicato al gusto di quello svizzero, ma più deciso di una caciotta o formaggio similare.

4 commenti:

  1. L'ennesima... buonissima variante! Adoro i porri e sto attraversando un periodo... "quiches e torte salate", quindi te la copio di sicuro, grazie!!

    RispondiElimina
  2. Ciao, carissima. Anch'io adoro i porri; trovo che diano un sapore speciale a tutte le minestre. La quiche fatta con questa ricetta è davvero buona e gustosa. Inoltre, ho visto che la sfoglia R si conserva bella croccante fino al giorno dopo. Non so se sia merito della pasta o del fatto di averla conservata fino all'ultimo (già stesa nella teglia) in frigo, prima di procedere al riempimento.


    grazie della visita
    un abbraccio
    eugenia

    RispondiElimina
  3. Per me e quiches sono tutte da provare,figurati questa che viene da te!

    RispondiElimina
  4. Annamaria, ti meriti un bacio.
    scusa del ritardo con cui ti rispondo; a volte, vedo i commenti n anno dopo...

    RispondiElimina