Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

sabato 25 ottobre 2008

Confettura di cotogne alla vaniglia

L'amica Teresa, come ogni anno, mi ha regalato delle bellissime e profumate mele cotogne provenienti dal suo giardino. La confettura che se ne ottiene è molto buona ed indicatissima a colazione, spalmata su fettine di pane integrale ai cereali, tipo Prokorn, o per guarnire delle tartine al foie gras.





5 o 6 mele cotogne
1 limone
zucchero q.b.
1 stecca di vaniglia

Lavare molto bene le mele, sbucciarle, privarle dei semi e tagliarle in grossi pezzi. Buccia e semi si raccoglieranno in un velo, legato da uno spaghino, e si aggiungeranno ai frutti. Irrorare le mele con il succo di limone, aggiungere un bicchiere (circa) d'acqua, coprire e portare a bollore. Quando le mele saranno sfatte, passarle al minipimer; pesare la purea e calcolare 500 g di zucchero ogni chilo di passato. Rimettere sul fuoco, insieme alla stecca di vaniglia incisa in due longitudinalmente e far restringere la confettura. Fare la prova piattino per verificarne la densità e invasare nei contenitori sterilizzati in forno e ancora caldissimi. Tappare, capovolgere fino al raffreddamento. Con queste dosi si ottengono 3 vasetti medi e uno piccolo.

Nessun commento:

Posta un commento