Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 26 ottobre 2007

Zucca marinata

Una ricetta senza dosi, una volta ogni tanto. Tagliare a fette sottili un po' di zucca dalla polpa soda, pennellarle di olio e grigliarle per qualche minuto su ambo i lati. Disporle in un piatto fondo, man mano che vengono pronte. Preparare un'emulsione di vino bianco secco, succo di limone, olio extravergine, sale e abbondante pepe nero macinato al momento (o peperoncino in polvere). Versare il preparato sulle fette di zucca, sbriciolarvi sopra alcune foglie di alloro e profumare con cipollotto tagliato a rondelle. Coprire e tenere in fresco per qualche ora, prima di mandare in tavola.

 

8 commenti:

  1. Cucurbita mi suggerì, e io feci, tempo fa, la zucca in saor.

    ottima, come sempre ciò che Cucu suggerisce.

    RispondiElimina
  2. Il saor lo preparate a caldo, tu e Cucurbita, vero? Ottima idea. Che tipo di zucca usate?

    RispondiElimina
  3. ecco cosa dice Cucurbita:

    @ Ovviamente, zucca; per le quantità, ricordarsi che la zucca asciuga molto. Diciamo mezza zucca barucca (2kg, 2kg e 1/2), per una quantità abbondante.
    La zucca va pulita, affettata in fettine di cui si possa fare un sol boccone, di circa 4/5 mm, messe ad asciugare in forno: badare che si asciughino uniformemente, stendere senza troppi strati e rigirare; se necessario, coprire con carta alluminio (le estremità sottili si bruciacchiano). Mettere da parte.

    @ cipolla affettata sottilmente, soffritta nell'olio fino a quando non é diventata trasparente;

    @ aggiungere alla cipolla una cucchiaiata di zucchero e un mezzo bicchiere d'aceto; girare, sempre sul fuoco;

    @ tirare via dal fuoco e aggiungere pinoli e uvetta;

    @ versare la marinata sulla zucca e lasciar riposare 12 h.

    abbracci.

    PS: a Cucurbita manco chiederlo, che zucca usa: barucca, o niente; insomma, tipo marina di Chioggia, pasta molto dura, pelle assai bitorzoluta.

    RispondiElimina
  4. grazie per le dritte, ma un dubbio mi assale: la marina di Chioggia è diversa da quella che, da queste parti, chiamano Mantovana?

    RispondiElimina
  5. da ciò che so, dovrebbero essere diverse.

    la barucca, o marina di chioggia, è strabitorzoluta, a coccia molto spessa e tendenzialmente verdeggiante; la mantovana è più liscia. io ne ho avuta una per molti mesi, di un bellissimo grigio.

    entrambe a pasta dura, non acquosa.

    chiederò allo spacciatore di zucche di campo dei fiori se ne ha dei due tipi.

    RispondiElimina
  6. ancora: un amico napoletano mi dice che loro fanno la crema di zucca e sopra ci schiaffano i calamari saltati in padella. voglio provare.

    RispondiElimina
  7. buonissima idea anche l'accostamento con i calamari. Io ci metterei pure una punta di peperoncino, tanto per elettrizzare il tutto ;)

    RispondiElimina
  8. sono andata dallo spacciatore. ho comperato una supposta mantovana e una supposta barucca (nel definirle hanno fatto un po' di casino, ma dovrebbe essere così, barucca e mantovana). fotograferò.

    RispondiElimina