Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 3 novembre 2011

Torta alla monferrina di zucca e mele


Sarà stata la nostalgia per la recente gita tra le colline del Monferrato, sarà stato il desiderio di impiegare la pregiata zucca mantovana in qualcosa che non fosse il solito piatto salato, ma questa ricetta era già da parecchio nel mio elenco delle cose da fare. Come potete facilmente constatare guardando le foto, non è un dolce dall'aspetto invogliante, ma un dessert da gustare in famiglia, magari dopo un pranzo di tono rustico (un bel brasato con la polenta) ed è veramente squisito, specie se lo profumerete con dei buoni distillati. La ricetta proviene da"Le ricette regionali italiane" di Anna Gosetti della Salda (edizioni SOLARES), un volume che ritengo debba essere presente nello scaffale domestico di tutti gli amanti della cucina.

TORTA ALLA MONFERRINA DI ZUCCA E MELE

Ingredienti per uno stampo Ø 20 cm

2 mele Golden un po' acerbe
400 g di zucca mantovana (peso netto)
80 g di zucchero semolato
50 g di cioccolato fondente
80 g di datteri
30 g di uvetta sultanina
50 g di amaretti
1 uovo
1 cucchiaio scarso di cacao amaro
1 cucchiaio di Rum
1 cucchiaio di Cognac
scorzetta di limone
1/2 cucchiaino di pasta di vaniglia
burro
latte
farina gialla per spolverare lo stampo
un pizzico di sale

Mettere ad ammorbidire in acqua tiepida l'uvetta. Pelare le mele, tagliarle in quattro, privarle dei semi e del torsolo e tagliarle a fettine, lasciandole cadere in una casseruolina. Aggiungere 40 g di zucchero e 3 cucchiai d'acqua; mescolare e far sobbollire dolcemente per circa 15'. L'acqua si dovrà consumare e le mele dovranno diventare morbide ma non sfatte. Tagliare a dadini la zucca, precedentemente mondata; metterla a cuocere, per circa 15 minuti, in un pentolino con i rimanenti 40 g di zucchero e 4 cucchiaiate di latte.Anche la zucca dovrà diventare morbida ma non completamente sfatta. Riunire mele e zucca in una bacinella, aggiungere il cioccolato tritato, i datteri denocciolati e tagliati a pezzetti,l'uvetta scolata e asciugata, gli amaretti ridotti in polvere e il cacao. Mescolare bene, quindi unire l'uovo, la vaniglia, poca scorza di limone grattugiata, un pizzico di sale, il Rum e il Cognac, mescolando sempre dopo l'aggiunta di ogni ingrediente. Versare il preparato in uno stampo tondo con bordi apribili, imburrato e cosparso di farina gialla. Passarlo in forno caldo a 150-160°C per circa 70 minuti. Più che cuocere, il dolce dovrà asciugare, raggiungendo una giusta sodezza. Servire freddo.

Annota bene: se vi piacciono i dolci con la zucca, potete trarre ispirazione anche da quest'altra mia ricetta.

Dosi Originali (da "Le ricette regionali italiane"-Anna Gosetti della Salda-pag.92)

2 mele Delizia rosse, circa gr.300
zucca gialla soda e non filamentosa, gr.300
zucchero semolato, gr.75
cioccolato fondente amaro, gr.50
amaretti, gr.50
fichi secchi, gr.40
uvetta sultanina, gr.20
un uovo-poco cacao amaro-Rum-Cognac
scorzetta di limone-vanillina-burro
farina gialla finissima-latte-sale


8 commenti:

  1. Che posto meraviglioso ..le colline del Monferrato ( sono vicini a casa mia)
    Il dolce deve essere squisitissimo...non sempre bellezza è sinonimo di bontà..
    Ciao!

    RispondiElimina
  2. @Paprika: "non sempre bellezza è sinonimo di bontà.." : parole sante! Un paio di settimane fa siamo stati a far scorta di vino a Calamandrana e a Vinchio ;) Devo trovare il tempo di ridurre le foto e mettere un commento. A presto
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Mi sa che questa torta sarebbe un buon posto dove 'infilare' un BUTTERNUT squash dal orto! abbracci da ponente dove stiamo aspettando il prossimo monsone! P

    RispondiElimina
  4. Questa la conosco e devo confermare che è molto buona.
    mandi

    RispondiElimina
  5. @Puddin: tu che le conosci bene: mio zio mi ha regalato un'enorme zucca di Halloween. Secondo te, è buona solo per intagliarci le maschere o può essere usata in qualche preparazione culinaria? Io adoro il tipo mantovana/piacentina e, quando le trovo, le Butternut, ma questa non l'ho mai usata, non vorrei che fosse di sapore un po' scialbo.

    @Rosetta: ci avrei giurato che la conoscevi!
    Buona serata, ragazze!

    RispondiElimina
  6. Eu, non mi convincono molto le zucche di halloween se non per qualche zuppa cremosa. Sono troppo asciutte solitamente...sorry!

    RispondiElimina
  7. @Puddin:Lo sospettavo. Mi sa che la mia zucca abbellira' il terrazzo fino a primavera :)
    Buon fine settimana (piove anche qui).

    RispondiElimina
  8. Mi piace la tua ricetta. Va bene

    RispondiElimina