Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 19 dicembre 2013

Le Mince Pies di Roberta

Ci sono ricette che rimangono dormienti nei cassetti per anni, poi, magicamente, rispuntano fuori al momento giusto. Questa appartiene alla categoria; la conservavo da più di dieci anni ma non arrivava mai il dicembre giusto, quello in cui avrei avuto il tempo e la pazienza di preparare i tradizionali dolcetti che allietano le festività natalizie delle famiglie britanniche. Tra l'altro Roberta, una carissima persona che frequentava il forum di cucinait dei tempi d'oro (capirete il motivo per cui lo definisco "dei tempi d'oro" leggendo la ricetta, che ho lasciata intatta nel suo lessico)dà un suggerimento prezioso: sostituire il suet (il grasso di rognone che difficilmente troviamo qui da noi) contenuto nel mincemeat con del burro, congelato e passato sulla grattugia, ridotto praticamente a dei vermicelli.

MINCE PIES
una ricetta di Roberta B
dal Forum La Cucina Italiana
MINCE PIES (24/10/02) No No!! Non ci confondiamo: quelli che ho pubblicato sotto ricetta inglese due sono cornish pasties, e cioe' dei "pasticcini di carne"...i mince pies invece sono invece dei dolci tradizionali natalizi. Questa e' la ricetta cosi' come l'avevo pubblicata l'anno scorso, mi si perdoni la ripetizione..... 
MINCE PIES 
Porzioni per 12 mince pies 
Per il ripieno: 
400 gr Mincemeat [Letteralmente significa carne macinata, ma in questo contesto e' una mistura marmellatosa che qui si compra in barattolo – se lo trovate in Italia, bene, se no, sostituite con un barattolo di: marmellata – ciliege, albicocche, io di solito mescolo diversi tipi- al quale avrete aggiunto circa 50gr di burro congelato e grattugiato in modo da produrre dei “vermetti” che mescolerete alla marmellata.] 
225 gr fichi secchi, prugne, datteri, albicocche e uvetta grossolanamente tritati e misti nelle proporzioni che preferite 
50 ml rum 
25 gr zucchero 
1 arancia (succo e scorza grattugiata) 
1 mela (meglio se Granny Smith) grattugiata 
Per la pasta:  
250 gr farina 
180 gr burro 
60 gr zucchero 
1 tuorlo medio 
1 cucchiaio di acqua molto fredda 
1 pizzico di sale 
1 albume poco sbattuto e zucchero per decorare 

Procedimento: 
Mescolate tutti gli ingredienti del ripieno e lasciate riposare (si puo' fare anche il giorno prima e lasciare in frigo ad insaporire) Mescolate abbastanza velocemente gli ingredienti per la pasta – non bisogna scaldarla troppo quindi se potete usare un mixer invece delle mani e' meglio. Quando avrete formato un composto omogeneo, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigo per 2-3 ore. Quando siete pronte a tirare la sfoglia, riscaldate il forno a 200C. Di solito si usano degli stampi appositi che sono di circa 5cm di diametro. Se li avete imburrateli ed infarinateli come al solito. Se non li avete credo si possa ovviare con le coppette di carta, magari usandone un paio insieme, perche' i mince pies diventano abbastanza pesanti con il ripieno e potrebbero “afflosciare” la coppetta di carta singola …non so se mi sto spiegando…. Comunque fate una sfoglia di circa 3mm e tagliate 12 cerchi di circa 7.5 cm per il fondo, e 12 cerchi di 5cm per I “coperchi” Mettete i fondi negli stampi, versate 2-3 cucchiai di ripieno(a riempire lasciando qualche millimetro di bordo) e poi chidere con i coperchietti, sigillando I bordi con la forchetta. Punzecchiateli con la forchetta (I fori lasceranno uscire il vapore, che altrimenti li farebbe “scoppiare”) e se volete potete spennellarli con un po' di albume e spolverarli con poco zucchero. In forno per 10-15 minuti o fino a che sono appena dorati. Aspettate 5 minuti prima di toglierli dagli stampi. Qui si servono generalmente appena tiepidi (si possono riscaldare in forno per un paio di minuti al momento di servire) preferibilmente con vin brule' ed accompagnamento degli immancabili Christmas Carols….. Ah dimenticavo: volendo si puo fare il brandy butter: si sbatte a crema del burro con brandy e zucchero in proporzioni a piacere (dipende se preferite il dolce o l'alcolico…) si apre il coperchietto e se ne infila sotto un cucchiaino, che dovrebbe squagliarsi subito …Yum yum
Roberta B
Fulbourn, Cambridge  

Mie annotazioni: con le dosi di pasta ho riempito 24 impronte da mini-muffin e 6 da muffin. Il ripieno (mincemeat), invece, è abbondante; diciamo che ne basterebbe la metà.
 

6 commenti:

  1. Ahaha, esattamente come è succeso a me con la tua torta al cioccolato e amaretti. E' passato un anno prima di provarla!!! E' stata molto apprezzata sia da chi l'ha assaggiata sia sul mio blog. E ti ringrazio di nuovo.
    La ricetta che porti oggi, con la frutta secca, il rum, le stelline che coprono i cestini, è adatta per le colazioni delle feste! Certo, magari senza il vin brule'! Deliziosi!
    Ciao Eu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Any. Uno dei pregi di queste tartellette e' che si mantengono fragranti per alcuni giorni, se chiuse in un contenitore a tenuta ermetica. Manca anche a me l'abbinamento con il vin brule' e il brandy butter, ma dovro' aspettare che mi torni la voglia di rifarle, magari tra altri dieci anni.... :))
      Buona serata

      Elimina
  2. Buonissime Eugenia, una vera bontà!!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  3. mi piacciono molto questi dolcetti li proverò, sono curiosa di assaggiarli...un caro saluto

    RispondiElimina