Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 15 aprile 2008

Gemelli alle verdure



per due persone
160 g di pasta tipo gemelli
2 cipollotti
1 carciofo con le spine
1 mazzetto di erba silene o spinaci novelli
8 gambi di asparagina
una manciata di piselli freschi
2 foglie di salvia
olio extravergine
sale, pepe bianco
succo di limone
Parmigiano Reggiano grattugiato

Mondare il carciofo togliendo le foglie più dure, le spine e l'eventuale barba interna. Tagliarlo a spicchi ed immergerlo in una bacinella di acqua acidulata con succo di limone. Scottare in acqua bollente salata e per pochi minuti gli spicchi di carciofo, estrarli e raffreddarli in acqua gelata. Scolarli su carta da cucina. Procedere in questo modo con i piselli, gli asparagi e l'erba silene. Scaldare in una padella poco olio extravergine e la salvia, farvi rosolare i cipollotti, tagliati a julienne; aggiungere i carciofi e cuocerli un paio di minuti. Completare con il resto delle verdure, lasciandole sul fuoco il meno possibile. Correggere di sale. Nel frattempo, mettere a lessare la pasta. Quando sarà cotta al dente, estrarla con un ramaiolo e ripassarla nella padella dei vegetali, unendo qualche cucchiaiata dell'acqua di cottura. Dare una bella macinata di pepe e servire nei piatti individuali, facendo cadere sopra una nevicata di parmigiano e un filo di olio.




erba silene

6 commenti:

  1. Buona!
    Mi piacciono un sacco i primi con le verdure!

    RispondiElimina
  2. Buonissima, ha un aspetto e immagino (purtroppo), proprio gustoso!!ciao.

    RispondiElimina
  3. Specchio della primavera che ci fa dannare quest'anno..ottima ricetta!
    Saretta

    RispondiElimina
  4. l'ho provato oggi ma aveva un che di non soddisfacente.
    probabilmente a causa della qualità degli spinacini non proprio freschissimi.
    proverò a sostituire l'olio con il burro (anche se va contro i miei principi) perchè forse con gli spinaci lega meglio.
    cmq grazie, sempre ricette molto gustose e particolari.

    RispondiElimina
  5. @ gioppino: ti ringrazio per il riscontro perché, a parte i clappete-clappete di circostanza, sono proprio i commenti come il tuo che contribuiscono a migliorare una ricetta. Personalmente, la pasta mi è piaciuta, proprio per quella sua, non so come definirla, poca caratterizzazione. Mio marito, invece, ha espresso un giudizio come il tuo. Se guardiamo le verdure che compongono il piatto, nessuna di queste ha un particolare sapore. Forse accorrerebbe aggiungere della pancetta a dadini o qualche spezia ma, sul momento, non mi viene in mente niente. A me interessava ottenere una pasta non eccessivamente calorica (periodo di dieta)e che contenesse verdure di stagione. Taluni aggiungono uova e grana e compongono la famigerata "carbonara vegetariana".Io non l'ho mai preparata ma potrebbe essere un'idea. Un caro saluto e grazie a tutti per l'attenzione e l'incoraggiamento.
    buona giornata
    eu

    PS gioppino: sei uomo o donna?

    RispondiElimina
  6. sono un ragazzo/uomo di 35 anni, abito in veneto ma sono di origini pugliesi.

    secondo me osare con della mentuccia romana (con foglie piccole e non troppo mature) e mangiare la pasta appena tiepida sarebbe da provare. Appena trovo dell'erba silene (che i miei ortolani di fiducia non sanno nemmeno cosa sia) devo provare.
    PS: anche io sono un appassionato dell'olio d'oliva, specie quello prodotto da me e dalla cooperativa di cui sono socio, anche perchè dalle mie parti c'è una delle DOP migliori d'italia (ovviamente perchè lo faccio io).
    continua così

    RispondiElimina