Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

sabato 10 settembre 2011

Cuori alla tapenade

Durante una breve vacanza a Nizza, lo scorso giugno, non ho mancato di visitare il reparto casalinghi de Les Galeries Lafayette, reparto al quale torno sempre volentieri e con una devozione degna di miglior causa. Non volendo tornarmene a casa senza un piccolo souvenir, ma temendo di intasare il mio già stipatissimo armadio dedicato agli accessori da cucina , mi sono accontentata di un multistampo in silicone a forma di minuscoli cuori. Ogni impronta ha un incavo studiato ad arte per deporvi una guarnizione, perciò mi sono lasciata trasportare dalla fantasia, non prima di aver letto le ricette sul retro della confezione...



Dosi per circa 36 cuoricini :
3 uova
1 dl di latte fresco
25 g di burro fuso
due pizzichi di sale
una macinata di pepe
150 g di farina autolievitante
2 cucchiai non troppo colmi di tapenade (in mancanza, paté di olive nere)

Per decorare:
tapenade
pomodorini al forno

Consiglio di utilizzare una brocca in Pirex per preparare l'impasto: sarà molto più semplice farlo colare negli stampini. Mescolare brevemente, con l'aiuto di una forchetta o un frustino, le uova con il latte e il burro fuso. Aggiungere la farina, il sale, il pepe, la tapenade, amalgamando accuratamente. Colare negli stampini, appena unti d'olio, badando di riempirli solo a metà (l'impasto cresce parecchio in cottura). Mettere in forno caldo a 180°C e cuocere per circa 25'. Una volta pronti, sformarli su una gratella e lasciarli raffreddare. Se i cuori rimanessere un po' bombati, pareggiarne il fondo con un coltello. Riempirne 18 con un po' di tapenade e 18 con i pomodorini freddi, avendo cura di togliere loro la buccia. Distribuirli poi su un vassoio alternando i colori. Sono deliziosi e molto d'effetto.


9 commenti:

  1. Francese fino al cuore!
    In effetti sarebbe stato scontato pensare ad un dolcino, invece.....saporitissima e divertente la tua proposta!

    Un abbraccio,

    Fabi

    RispondiElimina
  2. Grazie, Fabiana. In effetti, non ho proprio pensato ad una versione dolce ma ora che mi ci fai riflettere...
    Ricambio l'abbraccio

    RispondiElimina
  3. felice rivederti Eu! Certo e che i cuoricini portano sempre a riflessioni culinari...saporiti, dolci, piccoli plumcake o altro...amore di attrezzo. abbraccio dal FARWEST ponente (MAINE) P

    RispondiElimina
  4. Ciao, Puddin, come ti invidio i panorami del Maine...però noi beviamo un caffè migliore ;))

    RispondiElimina
  5. Hai ragione: deliziosi e d'effetto.

    RispondiElimina
  6. bentornata abbamo sentito la mancanza.Buonissima ricett

    RispondiElimina
  7. Bentornata carissima e con una golosità incredibile e come sempre da provare a rifare.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  8. sempre bravissima e con idee eleganti e raffinate.
    e bentornata!

    RispondiElimina
  9. @Mariabianca:grazie infinite
    @antonella57: grazie anche a te per le belle parole
    @Fabi:ciao, carissima. Quanto mi fanno piacere i vostri gentili commenti!
    @La Gaia Celiaca: benritrovata! Ho servito questi cuoricini come aperitivo, accompagnati da una bottiglia di Ferrari Perlé: un bel matrimonio, non c'è che dire (tanto per stare in argomento, avevo a pranzo i miei consuoceri...). Un abbraccio e buona giornata a tutte

    RispondiElimina