Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 11 settembre 2007

Sala Comacina - Ristorante "Taverna Bleu"

Il territorio di Sala Comacina , uno dei più caratteristici centri turistici del lago, situato alle pendici del monte Costone, si affaccia lungo la sponda occidentale del Lario di fronte all’isola Comacina, all’estremità dell’insenatura chiamata dalla gente del posto “Zoca de l’oli” (conca dell’olio) per la mitezza del suo clima che permette la crescita dell’olivo, come accade in tutta la fascia mediana del lago.




La "Taverna Bleu", accogliente ristorante in Sala Comacina, si trova in posizione tranquilla e panoramica, affacciato direttamente sul lago. Dalle ampie vetrate della sua sala o dai tavoli apparecchiati in giardino, sembra quasi di toccare l'isola Comacina che si staglia di fronte.





Ci viene proposto, dal cortese proprietario, il menu degustazione. Un ricco antipasto composto da verdure degli orti lariani, presentate in diverse modalità di cottura.




Un assortimento di pesci lacustri approntati nelle più tipiche presentazioni: lavarelli in carpione, agoni in salsa verde, trota salmonata olio-limone e il famoso "missoltin" con fettina di polenta alla griglia.


Ma il piatto che merita una visita fino qui è il saporoso risotto alla comacina, davvero squisito, contornato da un'aureola di filetti di pesce persico al burro e salvia.




2 menu degustazione, 1 minerale, 1 bottiglia di onesto Pinot Grigio, 2 caffè (i distillati sono stati offerti dalla casa) sono costati 86,50 euro. Soldi ben spesi.


Albergo-Ristorante
TAVERNA BLEU
Via V. Puricelli, 4
22010 SALA COMACINA
Tel. 0344/55107

4 commenti:

  1. mi ripeto, ma la voce fugge dal seno: che bei posti.

    il tuo blog è una bella guida per farci un giro.

    RispondiElimina
  2. grazie, cara artemisia. Il mio modesto tentativo è quello di valorizzare alcuni angoli poco noti e che non rientrano nelle classiche rotte turistiche, tipo "andare a vedere la villa di George Clooney"... :)

    RispondiElimina
  3. ottimo programma: belle ville, buonissimo risotto e pesce persico freschissimo. io non butto via nemmeno George Clooney, per la verità.

    RispondiElimina
  4. ammetto, cara dede, che due chiacchiere con quel buon uomo le scambierei volentieri anch'io, ma è l'idea di andare in pellegrinaggio davanti a casa sua che rifiuto. Non disponendo, tra l'altro, di imbarcazione atta allo scopo.
    grazie per la visita

    RispondiElimina