Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 11 giugno 2009

Melanzane ripiene

Quel post di Artemisia sulle melanzane a barchetta, così pieno di nostalgia e allo stesso tempo così seducente, mi aveva convinto a provare la ricetta della nonna Gigina. Non fosse che, arrivata al negozio, già non ricordavo più che tipo di melanzane occorressero. Poco male - ho pensato - prenderò un paio di esemplari di medie dimensioni e non troppo panciuti. Poi, in corso d'opera, mi sono detta: "Un po' di capperi dovrebbe starci bene nel ripieno, e perché non mettere un cucchiaino di pesto, dato che l'hai appena preparato per condire gli gnocchi delle ragazze?" Infine, mannaggia, mi sono pure dimenticata di aggiungere la salsa di pomodoro, eppure la ricetta l'avevo stampata a caratteri cubitali e tenuta sott'occhio in cucina! Potrò ancora chiamarle melanzane della nonna Gigina? La ricetta originale la trovate qui. Grazie, accademici!



2 melanzane di medie dimensioni (550 g totali)
1 grosso cipollotto finemente tritato
30 g di mollica di pane raffermo, ammollata in acqua e strizzata
1 cucchiaiata di capperi, dissalati etc etc
1 cucchiaino di pesto appena fatto
un trito di prezzemolo, timo, basilico,uno spicchio d'aglio, due acciughe e una dozzina di olive verdi
sale, pepe
pangrattato
olio extravergine
Lavare le melanzane, privarle del picciolo, tagliarle per la longitudine e togliere loro la polpa interna, lasciando un margine di circa un centimetro. Buttare le bucce in acqua bollente leggermente salata, lessandole per 5' circa. Scolarle e lasciarle a sgocciolarle capovolte su della carta assorbente. Soffriggere il cipollotto in poco olio, unire la polpa delle melanzane tagliata a dadolini e saltare il tutto per 5 o 6 minuti. Far raffreddare. Riunire in una terrinetta la polpa cotta, la mollica di pane, il trito aromatico, i capperi, il pesto. Mescolare accuratamente, condire con sale poco e una macinata di pepe. Riempire le bucce con il composto, cospargere di pangrattato e disporre il tutto dentro una teglietta unta d'olio. Ancora un filo d'olio in superficie e via in forno caldo a 180°C per una mezz'oretta.

6 commenti:

  1. come le meridionali melanzane a barchetta, salendo verso nord, diventano ripiene :DDDD

    RispondiElimina
  2. adoro le melanzane!!
    queste mi hano fatto venire l'acquolina...mi sa che verranno presto sfornate anche in Sardegna!!!

    RispondiElimina
  3. @ Artemisia: mancava un po' di polenta, ed eravamo a cavallo! Ottime in ogni caso, grazie (a te e a Mentuccia) della bellissima ricetta :)

    eu

    RispondiElimina
  4. @ monika: e se, a fine cottura, ci mettessi una spolverata di bottarga e una dadolata di pomodoro Camone?

    abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  5. Cara Eugenia,
    le ho preparate per stasera.
    sono ottime!
    Mio figlio di 2 anni mi dice "mi piace tanto tanto"
    grazie

    RispondiElimina