Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 11 marzo 2011

Crema di topinambur con gnocchetti di pane ai funghi

Prima che l'inverno lasci il posto alla primavera, inserisco questa ricetta preparata parecchio tempo fa e che, per ragioni di pura pigrizia, mi sono decisa a scrivere solo adesso.Si tratta di una classica crema di verdure arricchita da una decorazione abbastanza nuova: piccoli gnocchetti di pane profumati ai funghi e all'erba cipollina. L'ispirazione mi è venuta da una rivista elvetica di cucina, regalo della mia cara amica ChristinaK.
Ciao Christina, quando ci rivediamo?


Ingredienti per 4 persone
Per la crema:

800 g di topinambur
2 patate medie
1 porro
una noce di burro
8 dl circa di brodo vegetale
2 dl di panna fresca
sale, pepe bianco, noce moscata

Per gli gnocchetti:
100 g di mollica di pane raffermo
1 dl circa di latte
200 g di champignon
2 cipollotti
2 tuorli
pangrattato q.b.
sale, pepe
erba cipollina

Sbucciare i topinambur e le patate; lavare bene la vedura e tagliarla a dadini. Lavare accuratamente il porro, tritarlo finemente e farlo sudare, in una casseruola, con una noce di burro. Aggiungere topinambur e patate, far insaporire brevemente e coprire con il brodo bollente. Cuocere, a fiamma moderata e con il coperchio, per una mezz'oretta. Trascorso questo tempo, unire la panna fresca e ridurre il tutto in crema con il frullatore ad immersione. Condire con sale e pepe, profumando con la noce moscata.
Nel frattempo, preparare gli gnocchetti: tagliare il pane a dadolini, inumidendolo con il latte. Lasciar imbibire per una decina di minuti, poi strizzare il pane e tenerlo da parte. Pulire i funghi e tagliarli in minuscola brunoise; saltarli brevemente in un soffritto di burro e cipollotto, condirli con sale e pepe e lasciarli raffreddare. Unire i funghi al pane strizzato, impastando con i tuorli e un po' di erba cipollina tritata. Se il composto fosse troppo morbido, unire qualche cucchiaio di pangrattato. Formare delle piccole pallottole, che si lesseranno per circa 10' in acqua bollente salata (attenzione, l'acqua deve solo fremere o gli gnocchi si disferanno). Una volta cotti, scolarli e metterli a sgocciolare su della carta da cucina. Riscaldare la crema, versarla nelle fondine insieme agli gnocchetti e decorare con un trito di erba cipollina.

7 commenti:

  1. Che buona questa crema, avessi avuto questa ricetta quando avevo i topinambur! ma non sapevo mai come cucinarli, sebbene mi piacessero molto per quel gusto particolare non ricordo nemmeno come li facessi, son passati troppi anni. Adesso che saprei come farli. . . Ciao!

    RispondiElimina
  2. Quanto sono buoni i topinambur ... e questa crema con gnocchi di pane è fantastica.
    Mandi

    RispondiElimina
  3. Eugenia ho tutti gli ingredienti!!! Anche perchè i topinambur li compro tutte le settimane per le loro proprietà nutritive e alle volte non so che inventarmi!! Questa sett mi hai facilitato il lavoro!Un abbraccio e buon week!

    RispondiElimina
  4. Che bella preparazione Eugenia! Le tue ricette sono una garanzia... :-)
    Grazie e buona serata

    RispondiElimina
  5. Bellissima preparazione!Gli gnocchetti sono poi una variante dei canederli trentini che a me piacciono da matti!
    p.s. domani farò la tua frittata di pasta con i tagliolini avanzati:sono conditi con sugo di carciofi,ma penso che verrà buonissima lo stesso...Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  6. ah, gli gnocchetti ai funghi me li mangerei subito..la crema di topinambour, può aspettare;-) Però è molto bella e ..fotogenica!

    RispondiElimina
  7. @Chamki: non so come mai, ma il topinambur e' un tubero un po' negletto, sicuramente meno conosciuto e utilizzato delle patate. Eppure e' tanto buono, con quel suo gradevole sapore di carciofo.
    @Rosetta: si', e' un abbinamento riuscito anche se, per i miei gusti, la prossima volta aggiungero' all'impasto degli gnocchi qualche faldina di porcino secco, per rinforzare il sapore un po' scarico degli champignon.
    @Sonia: spero che la crema ti sia piaciuta. Scusate il ritardo con cui rispondo, ma ho avuto tanto da fare questa settimana.
    @Ale:grazie mille per la stima, carissima. La cosa e' reciproca :)
    @Annamaria:grazie Annamaria. Per me questi gnocchetti rappresentano sempre qualcosa di deliziosamente esotico, non appartenendo alle mie tradizioni culinarie, ed e' sempre un piacere riscoprire quanto siano buoni ed economici. Da fare piu' spesso, sicuramente. Ricordo ancora con golosita' quelli ripieni con speck ed erba cipollina che gustavo quando andavo in vacanza a Scena, in Alto Adige.
    @Cinzia: potresti provare a farli asciutti, condendoli con del buon burro fuso profumato con erba cipollina e parmigiano a pioggia!

    un carissimo saluto ed una buona domenica a tutte.

    RispondiElimina