Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 22 novembre 2007

La crostata di mirtilli della zia Giusi

Quando la cara zia Giusi ci viene a trovare, porta sempre con sé qualche dolce prelibato e genuino. Anche questa volta non ha deluso le aspettative presentandosi con una deliziosa crostata, farcita con della marmellata ai mirtilli fatta in casa. Non sono riuscita a fotografare il dolce prima dell'assalto ed è stato un vero peccato perché era bellissimo, tutto decorato a soggetti natalizi: piccoli abeti, stelle comete, etc.



350 g di farina 00
200 g di burro
180 g di zucchero
3 tuorli
un pizzico di sale
scorza di limone grattugiata o vanillina
1/2 bustina di lievito per dolci

1 vasetto di marmellata casalinga di mirtilli (possibilmente raccolti sulle montagne dell'Alto Lario)

Preparare con gli ingredienti una pasta frolla, lasciarla riposare per un'ora al fresco. Trascorso questo tempo, stendere i 3/4 dell'impasto in una teglia da crostate, imburrata e infarinata, del diametro di 24 cm. Bucherellarne il fondo, ricoprirlo con la marmellata e decorare la superficie con i ritagli. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 35-40 minuti.

2 commenti:

  1. ma eugenie! sei proprio sicura che i mirtilli debbono essere dell'Alto Lario?? :DDDDDD

    RispondiElimina
  2. Se proprio non trovi i mirtilli delle montagne dell'Alto Lario e nemmeno quelli della Val d'Intelvi (sul sentiero che porta al Monte Generoso), potresti tentare con frutti austriaci o del Sud Tirolo, ma non garantisco la medesima bontà. ;D
    Fare una capatina da Castroni? fiufiu...

    RispondiElimina