Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 4 dicembre 2008

Cake gelato all'arancia

Un dolce interessante, adatto a concludere una delle prossime cene natalizie. L'idea l'ho presa sfogliando alcuni vecchi numeri de La Cucina Italiana, esattamente quello di dicembre 1993.La ricetta originale la potete trovare qui. E' un dolce che si può preparare in anticipo di qualche giorno, conservandolo in freezer ben sigillato in un doppio strato di pellicola. Al momento opportuno, basterà immergere lo stampo per qualche secondo in acqua calda e sformarlo sul piatto di portata.




Ingredienti per circa 8 persone

Per il gelato:
4 dl di latte intero fresco
la buccia di 1 arancia (Washington Navel) non trattata
6 tuorli
150 g di zucchero
un pizzico di sale
2,5 dl di panna fresca
2 cucchiaiate di Grand Marnier

e inoltre:
savoiardoni sardi q.b.
1 bicchiere di Kirsch
1/2 bicchiere d'acqua
arancia fresca per decorare

Preparare il gelato in questo modo: mettere a bollire il latte con la buccia d'arancia tagliata alla julienne. Nel frattempo, in un tegamino, battere i tuorli con lo zucchero e il pizzico di sale; unire il latte caldo e portare il composto sul fornello, cuocendo a fiamma debole fino a quando la crema non si addensa. Travasarla immediatamente in una terrina, facendola passare da un colino a amglie fitte; unire a filo la panna fredda e profumare con il liquore. Lasciar raffreddare e conservare in frigo, facendo maturare la miscela per una notte. Il giorno dopo, versarla direttamente nella gelatiera, facendola mantecare per il tempo occorrente.

Composizione del dolce: inumidire uno stampo da plum cake lungo 30 cm, foderarlo con pellicola senza PVC (più adatta a conservare cibi ad alto contenuto di grassi e più resistente). Preparare una bagna con 1 bicchiere di Kirsch e 1/2 bicchiere di acqua. Intingervi i savoiardi tagliati a metà e foderare con essi le pareti dello stampo. Versare metà gelato sul fondo, coprire con altri savoiardi imbevuti, fare un altro strato di gelato e concludere con altri savoiardi. Sigillare con un doppio strato di pellicola e impacchettare ulteriormente con un foglio di alluminio. Conservare in freezer. Al momento di servire, sformare il dolce su un piatto di portata, decorandolo a piacere. Io ho usato fettine d'arancia.




9 commenti:

  1. mamma mi ache buono.....i dolci gelato ci piacciono un sacco, edin questa stagione sono ugualmente graditi!!
    buonissimo e di stagione..con le arance;)
    bacioni

    RispondiElimina
  2. grazie, manu e silvia. E' piaciuto molto anche a noi e, nonostante le uova e la panna, ho trovato che favorisca la digestione. Preso a piccole dosi, naturalmente...

    RispondiElimina
  3. bellissimo; ma la gelatiera non ce l'ho, e spero di riuscire a restare in astinenza ;)

    RispondiElimina
  4. preparazione bellissima! brava eu!

    RispondiElimina
  5. Veramente bello questo dolce.La presenza delle uova provoca la produzione di bile e quindi ecco spiegato perchè aiuta la digestione,come succede anche con lo zabaione.

    RispondiElimina
  6. ..e mi ha anche permesso scrivere dopo tanto tempo in cui mi rifiutava!!!!

    RispondiElimina
  7. Meno male che non ho la gelatiera ...
    però si sbava sulla tastiera che è una meraviglia !

    RispondiElimina
  8. questo cake al gelato è fantastico ....è che buono!!

    RispondiElimina
  9. Artemisia: possibile che il Bimby che possiedi non riesca a fare il gelato?
    Papavero: grazie, sei sempre così cara con me...
    Annamaria: finalmente posso rileggerti! un abbraccio
    Rosatea: per una nonna brava come te la gelatiera è necessaria!
    Mary: grazie del gentile commento e benvenuta!

    eu

    RispondiElimina