Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

mercoledì 1 luglio 2009

Branzino all'acqua pazza con cous-cous alla curcuma


Andate dal pescivendolo di fiducia; comprate un bel branzino di circa 1,2 chilogrammi, pulito e nettato. Tritate un bel cipollotto novello di Tropea, fatelo soffriggere, in una casseruola di dimensioni acconce, con un po' d'olio. Salate il pesce dentro e fuori, pepatelo in superficie, accomodatelo nel tegame e rosolatelo su ambo i lati per pochi minuti. Sfumate con vino bianco e acqua bollente, aggiungete pomodoretti pizzutelollo spaccati a metà, un po' di prezzemolo, uno spicchio d'aglio (che getterete via a fine cottura), un cucchiaio di triplo concentrato di pomodoro. Coprite con un foglio di alluminio e cuocete per circa 20'. Nel frattempo, fate un piccolo soffritto con olio, un cipollotto ben tritato e alcuni peperoncini verdi dolci. Aggiungete il cous cous (precotto, ça va sans dire) e versateci sopra doppio peso di acqua bollente salata (uso brodo granulare di pollo), colorata con 1 cucchiaino di curcuma. Coprite, spegnete il fuoco e lasciate riposare per qualche minuto. Sgranate il cous cous con una forchetta e servitelo con il pesce.




Nessun commento:

Posta un commento