Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

domenica 20 aprile 2008

Scottata di salmone e branzino



Comprare del carpaccio di salmone e di branzino. Preparare una salsina con: olio extravergine ligure, pizzico di sale, pepe multicolore e grani di coriandolo ben pestati, buccia e succo di lime, succo di poco zenzero grattugiato. Spennellare con quanto preparato il fondo di un piatto da portata resistente al calore, adagiarvi sopra le fette di pesce, ripennellare con la salsa e lasciar insaporire una mezz'ora in frigo, coperto da pellicola. Al momento di andare in tavola, passare sotto il grill (rovente)del forno per pochissimi minuti. Servire con un'insalata mista di stagione o degli spinaci novelli conditi con salsa allo yogurt ed erba cipollina (un cucchiaino di senape, sale, pepe bianco, 1 vasetto di yogurt intero, erba cipollina tagliuzzata).

8 commenti:

  1. bella preparazione..da andare a tavola subito!

    RispondiElimina
  2. un inno alla rapidità, soprattutto!
    un abbraccio
    eu

    RispondiElimina
  3. Lo farò! Il pesce è buonissimo cucinato in questa maniera!
    Smack

    RispondiElimina
  4. le tue ricette sono favolose!
    Spero che il tempo e' meglio - i miei sono a Lezzeno in questo periodo e lamentano che il sole si vede poco.

    RispondiElimina
  5. ciao sere e ciao sylvia.
    Il tempo non si decide a mettersi al bello anche se di acqua, lì al lago, ne avevano proprio bisogno. Era triste vedere tutti i torrenti in secca e i campi aridi.Finalmente, la settimana scorsa, ho visto l'acqua della cascata Camoggia, a Colonno, scendere spumeggiante e impetuosa.
    un caro saluto
    eu

    RispondiElimina
  6. che spettacolo!!copioincollo!!!

    RispondiElimina
  7. E vero, qui a Londra abbiamo avuto un inverno molto asciutto, allora abbiamo bisogno dell'acqua. I parchi sono molto gialli e aridi man con la pioggia di questi giorni si riprendono un po.

    Quella cascata di cui parli - e' quella tra Colonno e Argegno? Da noi (a Lezzeno, mica qui a Londra!)si vedeva sempre l'acqua, ma in quest'ultimi anni si vede poco.

    RispondiElimina
  8. Si, Sylvia, intendo proprio quella. Non sai che tristezza passarci davanti e vedere un misero rigagnolo al posto delle acque impetuose di un tempo. Anch'io, quando passo di lì, guardo sempre verso Lezzeno e il Ponte del Diavolo e mi ricordo della bellissima Grotta Azzurra.Quanti anni sono passati...
    Un caro saluto a te e Monique
    eu

    RispondiElimina