Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 8 gennaio 2009

Amor polenta

Ricordo che, anni fa, quando vedevo nelle vetrine delle pasticcerie milanesi questo dolce, rimanevo sempre incantata dalla sua forma singolare e mi chiedevo che sapore avesse. Tanto tempo dopo, grazie alla ricetta di SergioS, forumista de la Cucina Italiana online, ho soddisfatto la mia curiosità e posso assicurare che si tratta di un dolce assai fine al gusto e ottimo per accompagnare il tè. Di seguito, la ricetta di Sergio (grazie!), con le mie dosi tra parentesi.




Amor Polenta (SergioS - Cernusco sul Naviglio)
Ingredienti: zucchero a velo 120 gr - burro, a temp. ambiente, 100 gr - farina bianca 65 (80) gr - farina gialla macinata finissima 65 (80)gr - mandorle pelate 40 (50)gr - uova (grandi), a temp. ambiente, num 4 - zucchero semolato, lievito chimico vaniglinato per dolci, maraschino (Kirsch), burro e farina per lo stampo, zucchero a velo.
Preparazione: Accendere il forno a 175°; imburrare e infarinare uno stampo da amor polenta, a forma cilindrica scanalato. Ridurre le mandorle in polvere finissima, unendovi mezzo (1) cucchiaio di zucchero semolato. Mescolare le due farine con un cucchiaino di lievito e setacciare il tutto. Con il frullatore montare il burro con i 120 gr di zucchero a velo, poi aggiungervi, uno alla volta e sempre montando bene con il frullatore, due uova intere e due tuorli. Unire quindi le farine ed il lievito a cucchiaiate, le mandorle tritate e infine un cucchiaio di maraschino, lavorando con un cucchiaio di legno e molta delicatezza per non smontare il composto.
Versare l’impasto nello stampo da amor polenta, lungo 23 cm, badando che non si formino vuoti all’interno; livellare la superficie e mettere in forno già caldo. Cuocere, senza mai aprire lo sportello, per 45/50 minuti.
A cottura sformare, fare raffreddare capovolto su una gratella e alla fine spolverare leggermente con zucchero a velo.

Nessun commento:

Posta un commento