Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 22 gennaio 2010

Torta di cioccolato e castagne (senza glutine)

Da tempo desideravo provare questa ricetta di Nigella Lawson, letta nel suo libro Feast: Food to Celebrate Life , se non che, l'altro giorno, presa la grande decisione, dopo aver spalancato le ante della dispensa e scrutato ogni angolo,vengo colta da un attimo di smarrimento: la mia amatissima marronata Boschetti sembra proprio essersi smaterializzata. Molto probabilmente, ho utilizzato l'ultima lattina durante le feste, per preparare il semifreddo ai marroni, e mi sono dimenticata di rifornire le scorte. Di uscire di casa e correre al supermercato non se ne parla proprio. Pensa che ti ripensa, mi sovviene che, lo scorso anno, ho preparato una stupenda crema di castagne con la ricetta di Barbara e dovrei averne in giro ancora un vasetto. Questa volta la sorte mi è favorevole e trovo senza fatica quanto cerco. Il risultato di tutto questo sbattimento? Una torta fondente e assolutamente non stucchevole, piacevolissima al palato. La ricetta è perfetta; ho solo ridotto la quantità di crema di marroni, utilizzandone 350 g anziché gli originali 435 g. Brava Nigella, non mi deludi mai.



Ingredienti :
200 g di cioccolato fondente
6 uova
un pizzico di sale
125 g di burro morbido
350 g di crema di marroni casalinga o marronata Boschetti
2 cucchiai di rum
65 g di zucchero (90 g se si usa la marronata Boschetti)

Sciogliere a bagnomaria o nel microonde il cioccolato, tagliato a pezzetti. Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di 170°-180°C. Imburrare una tortiera Ø 24 cm. Montare a neve (non sodissima) gli albumi con un pizzico di sale. In un'altra bacinella, battere con le fruste il burro e la crema di marroni; unire lo zucchero e continuare a montare per un paio di minuti. Unire, gradualmente, i rossi d'uovo, quindi aggiungere il rum e il cioccolato fuso e intiepidito. Unire al composto qualche cucchiaiata di albume montato, mescolando vigorosamente con una spatola. Infine, aggiungere con delicatezza il resto, usando il solito movimento dal basso verso l'alto, per non smontare gli albumi. Versare nella tortiera, livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio inumidito, e cuocere per circa 40'. Se, trascorso questo tempo, infilando al centro del dolce uno stecco di legno questo ne dovesse uscire umido, prolungare la cottura di 15 minuti, coprendo lo stampo con un foglio di alluminio e abbassando la temperatura a 160°C. Estrarre il dolce dal forno, lasciandolo raffreddare nello stampo. Una volta pronto, capovolgerlo su un piatto di portata e cospargerlo con una spolverata di cacao in polvere oppure decorarlo con uno stencil (vedi foto sotto). Si può accompagnare con spuntoni di panna, marrons glacés o violette candite.


11 commenti:

  1. Ciao, Nigella è difficile che possa deludere qualcuno ^____^ questa torta me la segno!
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
  2. Ciao! ottima fine epr questa marronata! gusotissima già da sola...figuriamoci con il cacao!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. Questa me la copio subito: amo Nigella e sono celiaca!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Nigella fa sempre questi dolci così goduriosi ...mmmm... ne mangerei na fetta ora... ti è venuta benissimo!:)

    RispondiElimina
  5. Bentornata Eugenia, era ora! Scusa il ritardo per gli auguri di un buonissimo 2010, ma tu non comparivi più e dopo la mia rete non voleva saperne di rimettersi a funzionare a dovere. Prendo sempre nota dei tuoi suggerimenti perchè li trovo confacenti; ma la vegetariana è a dieta stretta in questo periodo, uff... Un abbraccio.
    Bernadette

    RispondiElimina
  6. @sunflowers: concordo. La tipa può sembrare approssimativa solo ad un occhio superficiale.
    @manu e silvia: ve la consiglio di cuore. Ne ho preparata un'altra ieri, per il pranzo della domenica con ospiti, ed è stato un successone, con richiesta di bis e...di tris ;DDD
    @fantasie: carissima, vedrai che ti piacerà. Se posso permetterti di consigliarti, ci sono altri dolci senza glutine nel mio blog, prova a fare una ricerca. Un abbraccio
    @grazie, Terry! Ho una zia buongustaia che dice sempre: "Non c'è niente da fare: un dolce, per essere veramente buono, non deve tener conto delle calorie".
    @Federica: grazie del gentile commento.
    @ Bernadette: ricambio con gioia gli auguri e ti ringrazio delle belle parole. Un abbraccio anche alla figlia vegetariana.

    un caro saluto
    eugenia

    RispondiElimina
  7. Ma questa torta l'ho fatta anch'io ed e' buonissima, anche nelle mie mani. L'ho fatto per Natale e poi mio zio ha protato a casa i resti per *ricerca".......

    RispondiElimina
  8. @Sylvia: non stento a crederlo! Stamattina sono andata a fare scorte di marronata...
    :DDD
    bentornata
    un abbraccio
    eugenia

    RispondiElimina
  9. Evviva!! la preparerò per i miei amici al più presto. Grazie Eugenia!
    Enrica

    RispondiElimina