Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 5 ottobre 2006

Mondeghili di casa mia

I mondeghili sono delle polpettine fatte con avanzi di carni arrosto o bollite con l'aggiunta, come si legge su alcuni vecchi ricettari, di salsiccia e qualche fetta di mortadella de fidegh (salame di fegato, carne e grasso di maiale da cuocersi. Cit. Ottorina Perna Bozzi). Il tutto passato al macinacarne e mescolato a uova, parmigiano e profumi. A proposito della Ottorina Perna Bozzi, nel suo libro "Vecchia Milano in cucina", a pag. 248, c'è una ricetta di mondeghili che non contempla i salumi né il grana, ma solo avanzi di carne, uovo, mollica di pane bagnata nel latte e strizzata, prezzemolo trito e la buccia gialla di mezzo limone. Come si può dedurne, ogni famiglia prepara i mondeghili a modo suo. La mia cara nonna ne cucinava di stupendi. Questi sono quelli che faccio io abitualmente, quando devo smaltire qualche avanzo dell'arrosto domenicale. Sono di forma più piccola rispetto ai mondeghili della nonna e non ne avanzano mai. Andrebbero cotti nel burro, preferibilmente chiarificato, ma io ormai uso sempre un olio extravergine dal sapore delicato. Non pensate di farli con la carne cruda, non sarebbero i mondeghili!



MONDEGHILI
Arrosto di codino (circa 400 g)
mortadella di Bologna (un pezzetto-circa 75g)
prosciutto cotto (altri 75g)
2 uova
noce moscata
parmigiano grattugiato
sale q.b.
trito finissimo di prezzemolo e un'idea d'aglio
pane grattugiato
olio di oliva
Passare la carne e i salumi al tritatutto, versare in una terrina, aggiungere il resto degli ingredienti e mescolare accuratamente. Con le mani umide, prendere un poco di impasto, forgiare delle palline, appiattirle ai poli, passarle nel pangrattato e friggerle in olio d'oliva.

Personalmente, trovo che i mondeghili fatti con gli avanzi del bollito abbiano un sapore un po' sciapo e la consistenza sia un po' stopposa, dovuta all'impoverimento della carne cotta a lungo nel brodo. Il sapore migliore, sempre secondo il mio personalissimo parere, lo si ottiene con la carne di vitello arrosto. E adesso sparatemi pure ma mirate bene al petto :)

5 commenti:

  1. BELLISSIMO E INTERESSANTE .. AVERLO TROVATO PRIMA QUESTO SITO ! BELLISSIME LE RICETTE LARIANE ,MI FANNO SENTIRE A CASA E MI RICORDANO TANTISSIME COSE . RITROVO NEI MIEI RICORDI ANCHE LE ERBE . CHE DIRE ? SOLO GRAZIE .
    LUCIANO

    RispondiElimina
  2. Grazie a te, Luciano. Mi fa tanto piacere ricevere commenti come il tuo. L'intento principale del mio blog è quello di poter conservare, dopo averle provate e approvate, tutte le ricette che preparo per la mia famiglia. Quelle lariane, poi, sono anche per me fonte di nostalgia e ricordi. Spero di rileggerti ancora.

    eugenia

    RispondiElimina
  3. Ciao devo cucinare i mondeghili per uma serara tra amici ma non vorrei friggerli al momento come ppsso conservarli come fritti al momento?

    RispondiElimina
  4. Ciao ho una cena con amici e votrei cucinare i mondeghili ma non vorrei friggerli al momento dove posso metterli perché non perdano la loro croccantezza?

    RispondiElimina
  5. Loredana, scusami tanto ma i tuoi due commenti erano finiti nella casella spam e non mi spiego il motivo. La tua domanda non e' di facile risposta; i mondeghili sono davvero buoni appena tolti dalla padella, ancora fragranti di frittura. Ho provato, qualche volta, a rigenerare gli avanzi nel microonde, appoggiando i mondeghili su un piatto coperto con un foglio di carta da cucina bianca e scaldandoli a 500W per un minuto, ma perdono un bel po'. Scusami ancora per il ritardo nella risposta, ma solo oggi mi sono accorta del disguido.

    RispondiElimina