Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 30 gennaio 2014

Polpettine in salsa goulash

In questo periodo, sul leggio che tengo in cucina troneggia Delia's Winter Collection, un libro che le mie figlie mi regalarono qualche anno fa, ovviamente dietro mio non troppo occulto suggerimento. Contiene preziosi spunti su come imbandire la tavola invernale con piatti gustosi, di facile realizzazione e con quel tocco originale che attrae anche i commensali piu' tradizionalisti. In questa preparazione, delle normali polpette si rivestono di una salsa ricca e sontuosa, moderatamente piccante (sull'intensita' della quale ognuno si regolera' a piacer suo), che non e' paragonabile alla "solita" salsa di pomodoro di tutti i giorni. La ricetta l'ho un po' rielaborata secondo le mie esigenze: per esempio, nella salsa ho sostituito la crème fraîche con dello yogurt greco senza grassi e, a parte le diverse quantita' delle carni, nelle polpette non ho messo aglio e al posto della cipolla ho usato due piccoli cipollotti. La versione originale la trovate qui.


POLPETTINE IN SALSA GOULASH


Ingredienti per 4 persone

Per le polpettine
150 g di lonza di maiale, macinata
250 g di manzo piemontese, macinato
25 g di mollica di pane, preferibilmente prelevata da una pagnotta, tritata al mixer
2 snelli cipollotti, tritati
1/2 peperone rosso, spellato e tagliato in minuscoli cubetti
sale, pepe appena macinato
1 uovo
1 cucchiaio di prezzemolo, tritato

farina per spolverare le polpette (o maizena)

Per la salsa
un filo di olio extravergine
1 cipolla, tritata
1/2 peperone rosso, spellato e tagliato a cubetti
1 spicchio d'aglio
250 g circa di passata di pomodori ciliegini
acqua bollente q.b.
2 cucchiaini di paprika dolce
un pizzico di paprika piccante
sale, pepe appena macinato
1/2 vasetto di yogurt greco senza grassi (85 g circa)



Preparare le polpette, riunendo in una ciotola le carni, il pane, i cipollotti, il peperone e il prezzemolo, amalgamandoli con cura. Unire anche l'uovo, sale e pepe, lavorando l'impasto con le mani per qualche minuto. Formare poi delle piccole sfere (a me ne sono venute 26), che si faranno passare nella farina, scuotendone l'eccedenza. Scaldare in un largo tegame (io ne uso uno di ghisa) un filo d'olio; porvi le polpettine e farle rosolare su entrambi i lati per alcuni minuti, poi trasferirle su un piatto. Nello stesso tegame, versare un altro filo d'olio. Unire la cipolla tritata e il peperone a pezzetti, facendoli appassire a fiamma moderata per qualche minuto. Aggiungere anche lo spicchio d'aglio, leggermente schiacciato, che si leverà a fine cottura. Rosolare per un paio di minuti, quindi spolverare con i due tipi di paprika, dando una bella mescolata; unire la passata di pomodoro e circa 250 ml di acqua bollente. Salare. Chiudere con il coperchio e cuocere, a fiamma debole, per un'ora e mezza (nella ricetta originale, la cottura avviene in forno). Una volta pronto e addensato il sugo, mescolarvi un po' di yogurt greco denso,  per dare un effetto marmorizzato  e bilanciare il piccante.
Io ho servito la pietanza con del riso Venere lessato, ma Delia (notate come la chiamo confidenzialmente per nome, neanche avessimo preso un tè insieme di recente) consiglia delle tagliatelle verdi, condite con burro e semi di papavero. Davvero un bell'accostamento cromatico.

Annota bene: sia nell'impasto delle polpette che nella salsa, ho usato delle falde di peperone surgelato, del tipo gia' arrostito e quindi facilmente spellabile. Le trovo comodissime da tenere come scorta per arricchire questo genere di preparazioni.

12 commenti:

  1. Buone queste polpette, io dovrei omettere il peperone, che dici si può fare? Magari lo chiedi a Delia ; )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ometti pure; il peperone da' un gusto abbastanza particolare, che potrebbe non piacere a tutti. Emmo', che lo dice a Delia? Si dovesse offendere... ;-)

      Elimina
  2. Buonissime!! Ottima la sostituzione con lo yogurt greco, più leggero e comunque corposo!!

    RispondiElimina
  3. Con la crème fraîche le creme diventano divine ma bisogna pur pensare al giro vita, ahime'.

    RispondiElimina
  4. io trovo che la paptika dia un ottimo sapore e profumo a queste belle polpettine :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Carmine, la paprika fa la differenza (insieme al peperone).

      Elimina
  5. Sempre interessanti e piene di sapori le tue ricette!
    Messa subito pure questa nella wish list...non avrò più un giro vita, ma un giro mongolfiera.
    A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, Fabi. Certo che se uno provasse tutte le ricette che legge sui blog, sarebbe dura salvare almeno una parvenza di linea :)
      Un bacione

      Elimina
  6. Hanno proprio l'aria di essere gustose! Fanno proprio al caso mio! Adoro Delia, anni fa sul Gambero rosso trasmettevano la sua serie Delia's Christmas e la seguivo sempre. Il libro che hai citato è da anni nella mia lista dei desideri, prima o poi mi farò questo regalo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefania carissima, non sai che nostalgia ho anch'io delle serie con Delia Smith. Non capisco il continuo riproporre le puntate (vecchie come il cucco) con Nigella Lawson e trascurare la Delia o il simpaticissimo - purtroppo scomparso - Keith Floyd. Il libro te lo consiglio caldamente, insieme al gemello Summer Collection. Non costano nemmeno molto e sono dei classici da tenere in evidenza in cucina.
      Un abbraccio

      Elimina
  7. La salsa con i peperoni mi piace molto,bella ricetta.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  8. Un abbraccio a te, Maria. A presto rileggerci.

    RispondiElimina