Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 2 novembre 2017

Pere allo zafferano

Spesso, dopo un pasto sostanzioso, si desidera gustare un dessert non troppo calorico. Le pere cotte in questo aromatico sciroppo allo zafferano, oltre ad assumere uno splendido colore dorato, regalano una gamma di sapori intensa e piacevole, un po' fuori dai soliti schemi.

PERE ALLO ZAFFERANO
adattamento di una ricetta di Vivek Singh


Ingredienti per 4 persone
4 pere Williams (non troppo mature)
600ml di acqua
200g di zucchero semolato
un generoso pizzico di fili di zafferano
5cm circa di stecca di cannella
5 baccelli di cardamomo verde
2 stelle d'anice 

Procedimento
Preparare lo sciroppo allo zafferano mettendo in una pentola l'acqua, lo zucchero, i fili di zafferano, la cannella, il cardamomo e le stelle d'anice. Portare ad ebollizione, mantenendola per 5 minuti. Nel frattempo, sbucciare le pere, lasciando i gambi. Immergere la frutta nello sciroppo; abbassare la fiamma; coprire con il coperchio e cuocere per circa 20 minuti, fino a quando le pere saranno morbide ma con ancora una certa consistenza. Estrarle dal liquido con un ramaiolo e depositarle (in piedi) in un pirex. Alzare la fiamma sotto la pentola e far ridurre il liquido per circa 15 minuti. Versarlo sopra le pere e far raffreddare. Mettere in frigo e lasciar riposare almeno 8 ore, per permettere agli aromi di svilupparsi pienamente. 

Annota bene: Togliere le pere dal frigo almeno mezz'ora prima di servire il dessert, riportandole a temperatura ambiente. Si abbinano bene con un gelato alla vaniglia o a una cucchiaiata di panna acida o di yogurt greco.

4 commenti:

  1. Un ottima alternativa alle pere al vino

    RispondiElimina
  2. povere pere cotte, sempre bistrattate e invece hanno sempre il loro perchè! e queste dorate allo zafferano e spezie devono avere un sughetto squisito. Ciao Eugenia mi son fatto unluungo pisolino, un saluto goloso il cat

    RispondiElimina
  3. Ciao, Cat. Che grande piacere rileggerti! Sai che mi vieni sempre in mente quando vedo una pianta con le bacche rosse di cui tu, gentilmente, mi avevi detto il nome? Ben ritrovato.
    PS a noi le pere piacciono anche cotte semplicemente in uno sciroppo di zucchero e vaniglia ma queste hanno una marcia in più.

    RispondiElimina