Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 30 agosto 2016

Torta croccante di lamponi e amaretti

Ultimamente, sto sperimentando qualche dolce contenente della frutta estiva (presto vi parlerò di un altro, altrettanto buono). In questa ricetta, il connubio amaretti-lamponi è particolarmente riuscito, là dove la morbidezza dell'impasto si contrappone alla croccantezza degli amaretti e all'acidulo dei lamponi. Si tratta di una torta piuttosto ricca di burro, come tutte quelle di derivazione anglossassone, che si presta molto bene ad accompagnare un caffè o un tè, sia a mezza mattina che nel pomeriggio. Per l'impasto (desideravo una consistenza soffice), non ho seguito le indicazioni di Good Food magazine - il solito metodo di mescolare tutto insieme - ma ho preferito montare il burro con lo zucchero e poi aggiungere gradualmente gli altri ingredienti.  

TORTA CROCCANTE DI LAMPONI E AMARETTI
adattamento da Good Food magazine, July 2004
Ingredienti per uno stampo quadrato da 20 cm per lato
175 g di burro, morbido
175 g di zucchero di canna chiaro, macinato fine
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
un pizzico di sale
3 uova, a temperatura ambiente
140 g di farina autolievitante
1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci
85 g di farina di mandorle
200 g di lamponi
140 g di amaretti secchi, grossolanamente tritati

zucchero a velo per decorare
Accendere il forno a 160°C. Imburrare lo stampo e foderarne il forno con un foglio di carta forno tagliato a misura. Mettere in una ciotola capiente il burro, morbido, e cominciare a lavorarlo con le fruste elettriche fino a renderlo cremoso. Aggiungere lo zucchero di canna e montare fino a consistenza soffice. Unire il sale e la vaniglia. Continuare a montare l'impasto aggiungendo, uno alla volta, le uova. Abbassare al minimo la velocità delle fruste e incorporare la farina - setacciata con il lievito - e la farina di mandorle.  Versare poco meno della metà dell'impasto nello stampo e spolverarlo con la metà degli amaretti tritati. Appoggiarvi sopra metà quantità di lamponi, ricoprendo con il restante impasto (aiutarsi a stenderlo con una piccola spatola angolare). Decorare con il resto degli amaretti e dei lamponi. Cuocere in forno caldo per circa 45-50 minuti, fino a quando uno spiedino di legno inserito nel centro ne esce asciutto. Far raffreddare nello stampo per una decina di minuti poi sformare e lasciar raffreddare sopra una gratella. Servire il dolce spolverato con un po' di zucchero a velo, accompagnandolo con della panna montata.
Annota bene: è cosa prudente stendere sul fondo dello stampo una quantità minore di impasto, in modo da averne da parte una dose sufficiente per ricoprire bene tutta la superficie superiore.
Al momento di rovesciare la torta per toglierla dallo stampo, non preoccuparsi se cadrannno un po' di briciole di amaretto: basterà raccoglierle e spargerle di nuovo sulla superficie . E' un dolce rustico, che non necessita di precisione assoluta.
Per questa ricetta ho utilizzato, anche per fare una prova, dei lamponi congelati. Devo dire che hanno superato brillantemente l'esame.


9 commenti:

  1. Ha un aspetto estremamente invitante e già pregusto il connubio di lamponi ed amaretti, che immagino delizioso. Segno la ricetta, con la speranza che le piante di lamponi della mia mamma siano generose di frutti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Grazie, Giulia. Fammi sapere. Ti invidio il raccolto di lamponi!

    RispondiElimina
  3. i lamponi sono un frutto che adoro più delle fragole,qualunque dolce lo mangerei all'istante !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io preferisco decisamente i lamponi alle fragole. Inoltre, non so se e' stato un mio episodio sfortunato, ma l'anno scorso feci una torta con dentro cocco e fragole che, sulla carta, doveva essere una bonta' ma mi deluse profondamente a causa delle fragole che, cuocendo, rilasciarono un sacco di liquido, rovinando tutto.
      Bacioni, Chiara.

      Elimina
  4. ...what's not to like , come si dice qui + io a volte mettevo lamponi o more in amor polenta + certo che l'archivio della BBC (ma anche di waitrose) è pazzesco + hai mai provato a fare anche una roulade di meringa, con dentro panna a frutti di bosco, una di quelle cose che nigel slater fa bene (mi ricordo di ottima roulade alle nocciole, con dentro panna e frutti di bosco, se non erro nigel slater appunto ma anche nigellona, mary berry e la vecchia delia smith, hanno catervate di cose simili. Senti Eugenia, ma tu che sei anglofona, hai mai fatto il summer pudding? per i locals qui apoteosi dei frutti di bosco. io mai provato ma quasi quasi (usando un pan brioche magari)
    cmq invido molto famigliari che si pappano tutto quest ben di dio che fai

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. eh eh eh… ultimamente vanno alla grande i colleghi d'ufficio di mia figlia, che si pappano buona parte dei miei esperimenti. Sai che sono sempre stata affascinata sia dalla roulade meringata che dal summer pudding, ma nemmeno io li ho mai fatti? Devo porre rimedio e mi sembra un'ottima idea quella di usare un buon pan brioche al posto del pan carre'comune. Un abbraccio!

      Elimina
  6. una bella e buona torta da fare con i lamponi, rigorosamente da servire con la panna

    RispondiElimina
  7. Si', Gunther, la panna ci sta d'incanto ;-)

    RispondiElimina