Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 1 dicembre 2015

Sticky toffee pudding con salsa mou

Ecco la ricetta del delizioso pudding che ho servito durante il pranzo di domenica scorsa. E' un dolce molto indicato per la stagione, da considerare per le feste natalizie anche perche' regge benissimo la congelazione. Io stessa, non volendo sovraccaricarmi di lavoro nella preparazione del pranzo, ho preparato i pudding un mese fa circa. Al momento opportuno, ossia sabato sera, li ho trasferiti dal freezer al frigorifero, lasciandoli tranquilli per una notte. La domenica, poco prima di servire il dessert, tenendoli sempre avvolti singolarmente nell'alluminio li ho messi a riscaldare nel forno - tenuto a 100 gradi - per una decina di minuti: erano morbidissimi e fragranti. Anche la salsa puo' essere congelata (io ho usato un vaso Bormioli ben tappato) e fatta rinvenire in frigo per una nottte. Il giorno dopo si versa in salsiera e si fa riscaldare nel microonde. La ricetta a cui mi sono ispirata e' quella di Angela Nilsen, pubblicata sul mensile Good Food Magazine di novembre 2006.

STICKY TOFFEE PUDDING
da una ricetta di Angela Nilsen


Ingredienti per 11 stampini monoporzione, tipo Cuki
Per i budini
225 g di datteri interi Medjool
175 ml di acqua bollente
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
175 g di farina autolievitante, più un po' per spolverare gli stampi
un pizzico di sale
1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
2 uova
85 g di burro, morbido, più un po' per ungere gli stampi
140 g di zucchero integrale di canna (Dulcita)
2 cucchiai di sciroppo d'acero (in sostituzione della melassa)
100 ml di latte fresco

Per la salsa mou 
175 g di zucchero di canna (io ho usato 100 g di zucchero di canna chiaro e 75 g di zucchero di canna integrale, scuro)
50 g di burro
250 ml di panna fresca

Panna montata (eventuale) per accompagnare
Snocciolare e ridurre in pezzetti i datteri. Metterli in una ciotola e versarci sopra l'acqua bollente, lasciandoli macerare per circa 30 minuti, trascorsi i quali si passerà tutto al frullatore ad immersione, riducendo in purea. Incorporare l'estratto di vaniglia. Accendere il forno a 180°C. Prendere gli stampi e ungerli con un velo di burro. Spolverarli con la farina, capovolgendoli e scuotendoli bene, per far cadere ogni eccesso. Setacciare la farina con il bicarbonato. Rompere le uova in una ciotolina e sbatterle brevemente con i rebbi di una forchetta. In un altro pirex, montare a spuma il burro con lo zucchero integrale di canna, usando  il frullino elettrico. Unire un pizzico di sale e le uova battute, aggiungendole in tre riprese, sempre frullando a media velocità.  Incorporare anche lo sciroppo d'acero e, in seguito, la farina, unendola in tre riprese, mescolando con una spatola. Completare con il latte e la purea di datteri. Ripartire il composto negli stampini, senza arrivare al bordo. Non fate come me che ne avevo riempiti di meno ma fino all'orlo e cuocendo sono tracimati. Cuocere in forno caldo per circa 20-25 minuti. Lasciarli in forno spento ancora 5 minuti, prima si sformarli sui  piatti da dessert.
Preparare la salsa di accompagnamento: Mettere i due tipi di zucchero (questa è una mia scelta personale, potete usarne un solo tipo) in un casseruolino. Aggiungere il burro e 150 ml di panna, portando ad ebollizione a fuoco medio, mescolando continuamente fino a sciogliere bene lo zucchero. Alzare leggermente la fiamma e lasciar bollire per circa 5 minuti, fino a che la salsa si addensa e diventa di un bel color caramello, Mescolare sempre. Unire gli ultimi 100 ml di panna, riportando a bollore e cuocendo per 1 minuto.

Rovesciare gli stampini sui piatti da dessert, ricoprendoli con un po' di salsa. Volendo esagerare, si può completare con un ciuffo di panna montata.


7 commenti:

  1. Adoro questo dolce! Ne ho 2 versioni sul blog.. mai fatto in stampini

    RispondiElimina
  2. Adoro questo dolce! Ne ho 2 versioni sul blog.. mai fatto in stampini

    RispondiElimina
  3. che bellezza, e che bel lavoro che hai fatto !
    baci
    Romina

    RispondiElimina
  4. Che ghiotti Eugenia!!! Super!!!
    Buona serata!

    RispondiElimina
  5. Sarà il mio dolce di Natale......grazie,sei un amore!

    RispondiElimina
  6. perfetti da fare in anticipi, grazie per la splendida idea Eu, un bacione !

    RispondiElimina