Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 21 febbraio 2014

Zuppetta di pollo e funghi shiitake

Chissà quante volte vi sarà capitato di aprire la dispensa e individuare, seminascosta sul fondo, qualche specialità alimentare comprata in un momento di euforia  e lasciata lì a decantare, in attesa di ispirazione. Ultimamente mi è successo con un pacchetto di funghi secchi shiitake, souvenir di un viaggio all'estero; ero curiosa di sapere che sapore avesse questo ingrediente esotico ma, in verità, dopo averlo assaggiato, sono arrivata alla conclusione che un normalissimo champignon possa sostituirlo dignitosamente. La zuppetta non è che una variante di altre che vi ho presentato in questi anni, tenendo ben presente alcuni capisaldi: l'anice stellato, che conferisce una profondità inaspettata al brodo di pollo; la salsa di soia, indispensabile per dare sapore; lo zenzero e i cipollotti, che aggiungono croccantezza e aroma. 

ZUPPETTA DI POLLO E FUNGHI SHIITAKE




Per 4 persone
1,2 l di brodo di pollo, poco salato, fatto con le solite 3 sovracosce di pollo
1 stella d'anice
1 carota
40 g di funghi shiitake
1 cucchiaino di miso di riso
una matassina di spaghetti di riso integrali
1 cucchiaino di olio di sesamo
3 cipollotti, tagliati a julienne, con parte del gambo verde
qualche rondella di zenzero
1 cucchiaio di salsa di soia
sale
pepe appena macinato
Preparare il brodo di pollo in questo modo o come piace a voi. Filtrarlo, tenendo da parte le sovracosce. Nel frattempo, mettere a mollo i funghi shiitake per una mezz'ora, dopo averli precedentemente risciacquati a lungo sotto acqua corrente. Una volta ammorbiditi, eliminare i gambi (sono durissimi) e tagliare le cappelle in quattro. Lavare la carota, pelarla e tagliarla a piccoli dadi. Lessare separatamente gli spaghetti di riso; scolarli e condirli con un cucchiaino di olio di sesamo. Se vi state chiedendo il perché dell'operazione, vi rispondo che preferisco fare in questo modo per evitare che gli spaghetti mi intorbidiscano il brodo. Scaldare il brodo, aromatizzandolo con la stella d'anice e le rondelle di zenzero. Aggiungere il miso, la carota e i funghi. Cuocere 10 minuti circa.  Una volta cotte le verdure, aggiungere la polpa delle sovracosce, tagliata a filetti,  e i cipollotti. Scaldare ancora un minuto, poi condire con la soia. Regolare di sale e profumare con una macinata di pepe.

10 commenti:

  1. Questa zuppetta dal gusto orientale mi piace molto, da provare assolutamente :)

    RispondiElimina
  2. Ah ah, si, capita anche a me, ma questi funghi non li ho mai presi!!
    Mi ispira tantissimo questa zuppa!! Brava!!

    RispondiElimina
  3. Grazie, carissime Valeria e Silvia. Queste zuppette sono un vero toccasana in queste serate piovose e uggiose :)
    Se penso che fino a due giorni fa me ne stavo al caldo e al sole...

    RispondiElimina
  4. non ho mai mangiato questo tipo i funghi, mi incuriosiscono...Buon we Eugenia, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon week end a te, Chiara. Un abbraccio

      Elimina
  5. Ho da chiederti delucidazioni sull'anice stellato.
    Finalmente ne ho un pacchetto a casa ( arrivato da Pisa dove studia mia figlio) ma non so come si usa.
    Si prendono solo i semini all'interno della stella oppure si usa tutta la stella? E' meglio pestare la stella o lasciarla intera? Si usa in piccole dosi?
    Scusami per le tante domande.
    Complimenti per la zuppetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariabianca, per aromatizzare il brodo uso la stella intera, senza frantumarla. Generalmente, uso l'anice stellato intero per aromatizzare dei liquidi,come il vin brulee' ,le creme dolci, o degli sciroppi di acqua e zucchero in cui cuocio pere e mele . Negli impasti delle torte, in particolare quelle aromatiche, tipo il panpepato o il gingerbread, si usano i semini interni ridotti in polvere nel mixer, mescelandoli con altre spezie, tipo cannella, zenzero, noce moscata, coriandolo, etc. Spero di aver dissipato - almeno un po' - i tuoi dubbi.
      un abbraccio

      Elimina
  6. un piatto goloso come tutti i tuoi. Adoro le zuppe, poi.
    Proprio stamattina in uno dei programmi mattutini sul digitale si parlava degli shiitake, molto ricchi di zinco che è un nutriente molto importante per il nostro metabolismo.
    Mi piacerebbe provarla presto, credo che ce ne sarà occasione, visto che piove, c'è una bufera di vento e la temperatura è scesa.
    A rileggerci sempre col sorriso :-D

    RispondiElimina
  7. Ciao, Fabi. ho letto anch'io delle proprieta' benefiche di questo fungo. Non so se c'e' differenza tra il prodotto fresco e quello essiccato, ma i miei, come sapore, sapevano di ben poco :) e io che mi aspettavo chissa' che aroma.
    A presto

    RispondiElimina
  8. devo dire che anche io sui funghi shiitake non ho mai capito questo loro grande fama :-)
    una bella zuppa ristoratrice

    RispondiElimina