Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 27 maggio 2013

Sformatino di piselli su salsa di zucchine

Prima che la stagione dei piselli freschi voli via come la primavera che quest'anno ha marcato visita, posto la ricetta dello sformatino che tanto è piaciuto a entrambe le mie figlie. Anche la salsa, nella sua semplicità, completa bene questo antipasto caldo. Per dare un tocco di colore e di sapidità, ho aggiunto del semplice pomodorino fresco tagliato a spicchietti e un po' di pancetta a fiammifero, resa croccante dal passaggio in padella rovente. Una piccola annotazione sulla resa dei piselli in baccello: i primi che ho comprato, a inizio maggio, facevano ridere. Praticamente, su un chilo di verdura ho ricavato la miserabile quantità di 276 g di piselli sgusciati. Il calibro, poi, era talmente irregolare da non renderli presentabili per un contorno. Molto meglio è andata con il passare delle settimane; l'ultima volta, su un chilo ho ricavato 450 g di piselli. Secondo me, per preparazioni come queste, vanno benissimo anche i piselli surgelati.

SFORMATINO DI PISELLI SU SALSA DI ZUCCHINE


Ingredienti per 6 persone
Per gli sformatini:
400 g di piselli già sgusciati
5 foglie di menta
1 cipollotto
1 albume
300 g di ricotta di pecora
25 g di parmigiano grattugiato
sale, pepe
burro per gli stampini
Per la salsa:
300 g di zucchine freschissime
45 g di porro
150 ml di panna fresca
1 cucchiaino di amido di mais
Per decorare:
pancetta dolce, tagliata a bastoncino
una manciata di pinoli
pomodorini cherry q.b.

 
Procedimento:
Lessare i piselli per 5 minuti in poca acqua bollente, leggermente salata e aromatizzata da 2 foglie di menta, 1 cipollotto, lasciato intero, e un gambo di prezzemolo. Trascorso questo tempo, scolare i piselli (eliminare gli aromi) e passarli sotto un getto di acqua gelata per fissarne il colore verde.  Trasferirli in un cutter e frullarli fino a ridurli in una purea omogenea. Frullare anche la ricotta con 3 foglie di menta; unire i due composti. Aggiungere l’albume, leggermente battuto con i rebbi di una forchetta,  il parmigiano, sale  e pepe. Mescolare accuratamente. Ripartire il preparato in 6 stampini monoporzione leggermente imburrati. Cuocerli in forno a 170°C per circa 35 minuti. Appena tolti dal forno, aspettare  qualche minuto prima di sformarli nei piatti fondi, contornandoli con la salsa, la pancetta a fiammifero,  i pinoli e gli spicchi di pomodorino.
Per la salsa: lavare le zucchine e il porro e tagliare tutto a  tronchetti. Portare a bollore 2 bicchieri di acqua leggermente salata e cuocere la verdura per una decina di minuti o fino a quando risulterà morbida. Frullarla con tutto il liquido di cottura. Si dovranno ottenere circa 400 ml di salsa piuttosto densa. Allungarla con la panna; condire con sale e pepe e, se occorresse, addensare con 1 cucchiaino di amido di mais sciolto in pochissima acqua.
Per la decorazione: tagliare ad asticciole la pancetta e farla saltare, senza grassi, in una padella antiaderente, finché risulterà croccante. Tostare leggermente, sempre in padella antiaderente, i pinoli. Tagliare i pomodorini a spicchi. Decorare gli sformatini con quanto preparato.

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie, carissima Isolina. Ti abbraccio

      Elimina
  2. Che eleganza!!
    E deve essere davvero buono!!
    E' vero, tra un po' la stagione dei piselli finisce...devo correre ai ripari anche io!!!
    Brava cara, hai sempre delle ricette molto sfiziose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te, Silvia. A presto!

      Elimina
  3. Sono d'accordo,per certe preparazioni I piselli surgelati possono essere utili.Sai che qui c'e' una bellissima zuppa di piselli detta June soup?
    Mi copio questi sformatini,sperando che tengano senza il parmigiano,che non mangio.se proprio devo, metto un cucchiaio di pangrattato...
    Mi perdoni,vero?
    Un bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edith, scusa(te) per il ritardo imbarazzante con cui rispondo (mi era completamente sfuggito). Non conosco la zuppa di giugno ma mi piacerebbe avere la ricetta; posso contare su di te :))
      Un bacione!
      PS credo tu possa eliminare tranquillamente il parmigiano; magari , per legare, oltre all'albume puoi mettere un cucchiaio di farina di riso.

      Elimina
  4. Mi piace questo sformatino, davvero tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Antonietta. Mi piacerebbe conoscere il tuo parere sullo sformatino, se nel frattempo lo hai provato.
      A presto

      Elimina