Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 28 maggio 2013

Insalata di lenticchie beluga e peperoni

Continuo imperterrita, nonostante le temperature non proprio primaverili, nella mia carrellata di insalate fredde preparate con ingredienti un po' insoliti. Questa volta salgono sul palcoscenico le lenticchie nere, conosciute come "Beluga", per la vaga somiglianza con il pregiatissimo caviale. Le piccole dimensioni e il colore nero lucente sono la base ideale per accostamenti cromatici anche azzardati. Sugli aspetti nutritivi e salutari non mi addentro, poiché non ho le competenze, ma credo che male non facciano :)

INSALATA DI LENTICCHIE BELUGA E PEPERONI

Ingredienti per 3 persone:

200 g di lenticchie nere biologiche
600 g di acqua
1 foglia di alloro
1 cipollotto freschissimo, tritato con parte del gambo verde
2 peperoni rossi di medie dimensioni
rametti di timo
2 cucchiai di olio
prezzemolo tritato
150 g di feta light
olio extravergine
succo di limone
sale, pepe
prezzemolo tritato
rucola
Lavare le lenticchie; metterle sul fuoco con 600 g di acqua aromatizzata da una foglia di alloro e farle lessare per una ventina di minuti. Verso fine cottura, salare leggermente e far consumare tutta l'acqua. Far raffreddare le lenticchie. Nel frattempo, avare e asciugare i peperoni; tagliarli a falde; ungere con poco olio la parte esterna. Disporli su una placca da forno coperta con un foglio di alluminio e metterli sotto il grill rovente fino a quando avranno la pelle nera. Deporli in una ciotola di pirex, sigillare con pellicola e lasciar raffreddare. Il vapore creato aiuterà la pelle a staccarsi con facilità. Dopo averli spellati, tagliare i peperoni in piccola dadolata. Riunirli in una ciotola, aggiungere un cipollotto tagliato a dadini finissimi, le foglie di qualche rametto di timo, sale q.b. e un po' di olio extravergine. Lasciar insaporire per almeno un'ora (meglio prepararli la sera prima).
Tritare finemente il prezzemolo; sbriciolare la feta tra le dita. In una ciotolina mettere un pizzico di sale, una macinata di pepe, il succo di mezzo limone e un cucchiaio d'olio. Battere con un frustino per ottenere una salsetta ben emulsionata. Riunire in un'insalatiera le lenticchie, i peperoni a dadini, il formaggio feta. Condire con quanto preparato, decorando con il prezzemolo. Aggiustare di sale ed aggiungere, eventualmente, altro succo di limone, Servire a temperatura ambiente su un letto di rucola.

8 commenti:

  1. cara Eugenia, conservo la ricetta per quando le temperature saranno un pò più clementi, è ottima davvero ! Un abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Chiara. Ormai maggio se ne stà per andare, non senza averci regalato, anche oggi, un bel temporal(on)e.
      Un abbraccio

      Elimina
  2. Non ho mai assaggiato le lenticchie nere...ma quante cose non ho mai assaggiato?? Appena ho finito i legumi secchi che ho in casa vado a fare un po' di spesa...
    Queste insalate a base di legumi o cereali mi piacciono tanto!!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia, anche per me è stata la prima volta. Le ho trovate in uno di quei negozi dove vendono prodotti biologici. Sono buone e saporite, non richiedono ammollo e cuociono velocemente. Ti abbraccio

      Elimina
  3. ma tu continua a farcele io le metto via sono certo che tra poco serviranno non può continuare così

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissimo Carmine, mi unisco alla tua speranza!

      Elimina
  4. Bella bella. Feta light? Non
    A conosco, dove si trova?mi interessa moltissimo

    RispondiElimina
  5. Isolina, scusami per il ritardo con cui ti rispondo. La feta light (a marchio Epiros-la trovo in Esselunga)è fatta con il 90% di latte di pecora e il 10% di latte di capra; contiene il 12% di grassi, per 184 Kcal ogni 100 grammi. Il sapore non è troppo diverso dalla feta tradizionale e ultimamente non compro che questa.
    Fammi sapere, se la trovi, che te ne pare. A presto.

    RispondiElimina