Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 13 dicembre 2012

Confettura di zenzero

Una confettura dal sapore intenso, piccante, molto adatta ad accompagnare sia il dolce che il salato; perfetta come regalo natalizio. Ci vuole un poco di pazienza nel prepararla, poiché l'operazione di sbucciatura e successiva grattugiatura dello zenzero è parecchio noiosa, ma il risultato ripagherà del lavoro. La ricetta è presa a prestito da quella della cara Mariapaola, dal suo libro "Dolci a occhi chiusi", ma l'ho un po' rielaborata nel procedimento. Un'ultima raccomandazione: se preferite ottenere un prodotto dal caldo colore rubino, non mettete il succo di limone.

 CONFETTURA DI ZENZERO 



Ingredienti
4 barattoli piccoli Bormioli
350 g di zenzero (peso netto, già sbucciato)
400 g di mele verdi Granny Smith (peso netto, già sbucciate e mondate)
400 g di zucchero semolato
il succo di 1 limone
acqua minerale naturale (300 g circa)

Grattugiare con l'apposito strumento 150 g di radice di zenzero, precedentemente pelato. Tagliare in julienne corta e sottile i rimanenti 200 g (io ho utilizzato una mandolina adatta allo scopo). Mettere a bollire 250 g di acqua minerale insieme ai 150 g di zenzero grattugiato e alle mele tagliate a dadini. Cuocere per 15 minuti circa, poi frullare accuratamente e tenere da parte. In un tegame largo e dal fondo pesante riunire il resto dello zenzero( 200 g ) tagliato a filettini, 400 g di zucchero, il succo del limone e 50 g circa di acqua minerale. Portare a bollore e cuocere per 15 minuti circa. Trascorso questo tempo, aggiungere la purea di zenzero e mele e proseguire la cottura per 25 minuti circa o finché la confettura avrà la giusta consistenza.
Invasare nei barattoli sterilizzati e ancora caldi; tappare; capovolgere e lasciar raffreddare fino alla formazione del sottovuoto.

Con queste dosi si riempiono comodamente 4 vasetti piccoli della Bormioli.

Annota bene: qualcuno potrebbe chiedersi: "come mai tutto 'sto sbattimento della doppia cottura?".  Presto spiegato. Ho pensato che le mele avrebbero attenuato un poco la piccantezza dello zenzero ma aggiungerle insieme al resto avrebbe significato non poter frullare il tutto, per avere la consistenza che desideravo. Così facendo, ho ottenuto un prodotto molto omogeneo dove però si possono apprezzare anche i filetti dello zenzero, resi morbidissimi dalla cottura.

La confettura può essere consumata semplicemente spalmata sul pane (meglio se ai cereali) oppure servita come accompagnamento ai bolliti, agli arrosti freddi, ai formaggi di un certo pregio.


8 commenti:

  1. Mi piace e la voglio provare al più presto!
    grazie davvero per l'idea e ricetta :-)
    buona serata cara.

    RispondiElimina
  2. Lo zenzero l'ho scoperto da poco e mi piace tantissimo. La tua confettura sarà sicuramente buona. Ciao.

    RispondiElimina
  3. E' una confettura molto sfiziosa e con i formaggi la vedo molto bene!

    RispondiElimina
  4. Deve essere ottima! Mentre gli altri strabuzzano al primo morso di zenzero candito, io sono in paradiso...gia' me la immagino questa confettura.

    RispondiElimina
  5. Io amo il zenzero ma per far questa meraviglia solo per me divento pigra. Acquisto tante volte lo zenzero quello che si acquista zuccherato favoloso con il contrasto piccante comunque preso nota. Buona fine settimana

    RispondiElimina
  6. lo conosco da poco lo zenzero ma mi piace moltissimo

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti! Mi piacerebbe tanto se qualcuno di voi la preparasse e mi facesse arrivare un parere spassionato. A presto

    RispondiElimina