Il contenuto di questo sito può essere riprodotto solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 30 aprile 2020

Il pane ciabatta che non si impasta

Chi l'avrebbe mai detto che questo periodo di casalinghitudine forzata sarebbe stato cosi' fecondo di tanti esperimenti con il pane? L'altro giorno, su suggestione della mia amica Paola, sulla cui pagina FB avevo visto dei bellissimi pani fatti da lei medesima di persona personalmente, ho guardato con interesse un filmato su YouTube in cui si spiegava con molta chiarezza come ottenere del pane ciabatta senza stare ad impastare gli ingredienti. Visto e fatto! Il risultato mi e' piaciuto e conto di fare solo dei piccoli aggiustamenti sulla dose del sale, un cicinin di più.  Le grammature sono un po' bizzarre, con quei 385 g di questo e 288 di quello, ma credo siano conversioni di misure americane.

IL PANE CIABATTA CHE NON SI IMPASTA


Ingredienti per 4 ciabattine
385 g di farina
3 g di lievito di birra disidratato
7 g di sale fino
288 g di acqua tiepida
38 g olio extravergine

Procedimento
Mettere in un contenitore rettangolare l’acqua e il lievito. Mescolare con una spatola e aggiungere l’olio, poi la farina e il sale. Mescolare brevemente con la spatola. Chiudere con coperchio e fare riposare 45 minuti. Trascorso questo tempo, aprire il contenitore e fare le pieghe come si vede nel filmato. Chiudere di nuovo con il coperchio e far riposare per 30 minuti. Ripetere le pieghe e far ancora riposare per 30 minuti. Dare un ultimo giro di pieghe e attendere 40 minuti. Spolverare di farina la spianatoia; ribaltarci sopra l’impasto e cospargerlo con un po’ di farina. Dare una forma rettangolare e tagliarla in 4 porzioni. Metterle su uno strofinaccio infarinato, facendo lievitare, coperte, per 30 minuti. Trasferire i pezzi sulla griglia del forno coperta di carta forno o tappetino di silicone e cuocere in forno caldo, statico, a 220 gradi per circa 20-22 minuti. Nel mio forno ho messo l'opzione con 2 spruzzi di vapore durante la cottura. Far raffreddare le ciabattine su una griglia. Sono buone anche il giorno dopo.











16 commenti:

  1. Io l'ho più volte benedetta questa casalinghitudine forzata. Mio figlio continua a dire ai suoi amici che sforno "come se non ci fosse un domani" ahahaha. Anch'io ho fatto vari esperimenti con il pane. Quello ad alta idratazione come questo l'ho trovato complicato perchè gli impasti molli sono difficili da gestire. Molto utili i tuoi fotogrammi. Ciao Eugenia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Cristina. Penso che questo periodo, pur cosi tremendo, sia stata una benedizione per i rapporti tra madre e figlio/a, spesso ridotti al solo tempo serale causa il lavoro. I figli adolescenti, poi, hanno un modo tutto speciale per manifestare l'affetto, anche prendendo un po' in giro la mamma. Ti abbraccio.
      PS ho visto le tue bellissime foto di una Vicenza deserta e mi sono quasi commossa. Sembra davvero che il tempo si sia fermato. Speriamo di ripartire presto tutti insieme, seppur con le dovute cautele.

      Elimina
  2. Bellissimo!!!
    ma si può sostituire il lievito di birra in granuli con quello fresco?
    Avrà la stessa resa?
    Grazie e ciao
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso proprio di si'. Grosso modo, il rapporto tra lievito di birra e lievito disidratato e' di 3:1. In questo caso dovresti usare circa 9 grammi di lievito di birra fresco. La prossima volta voglio usare anch'io il lievito di birra fresco. Ciao.

      Elimina
  3. buoni. in fondo lo stesso del metodo bocci, per focaccia farcita, che poi lui fa pero' lievitare in frigo. io faccio cosa simile ma con una biga lunghissima il giorno prima
    questa. veramente buona

    https://www.communitygrains.com/recipe-items/craig-ponsford-makes-ciabatta/
    ciao eu
    ste

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Stefano. Mi studierò il tuo link. A presto.

      Elimina
  4. Eugenia, faccio questo pane da parecchio tempo e io ho immediatamente trasformato le grammature in 400 e 300 grammi 😂😂
    Bello il tuo, il mio è sul blog anche con semola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Giulia. Verro' a vedere i tuoi. Pero' questo pane ciabatta e' un po' diverso da quello che vendono qui da me, che e' molto più croccante. Secondo te, il fatto che rimanga morbido e' dovuto all'aggiunta di olio? (ignoravo che la ciabatta fosse un pane condito).

      Elimina
    2. Si, anche a ne abbastanza morbido. Però devo dirti che non mi interessa ottenere proprio una ciabatta, seguo il metodo alla meglio e una volta ci ho fatto una pagnotta 😂 . Diciamo che quelli che mi interessa è la facilità di esecuzione 😉

      Elimina
    3. secondo me si eu... anche io conoscevo la ciabatta scondita e tale la faccio... certo dura meno. ste

      Elimina
    4. Grazie a entrambi, la prossima volta mettero', al massimo, un cucchiaino d'olio.

      Elimina
  5. Hi dear, your blog is so beautiful. I really like it.
    Follow for follow? I already follow you. Btw I am the new one and I would appreciate it.

    https://salyaves.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Assolutamente da provare! Che farina hai usato? 0 o 00?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Nicoletta. La farina che ho usato e' una 00 ma definita "forte, speciale per focaccia" dal molino Dalla Giovanna da cui ho fatto l'ordine. In effetti, e' più' forte della 00 biologica dell'esselunga.

      Elimina
  7. Fatte già 2 volte!! (e sempre con il lievito di birra...)
    La 1a volta con sola farina 00 e sono cresciute tantissimo! la 2a con 1/3 di 00 e 2/3 di semola: non si sono gonfiate come le prime ma era buonissime di sapore!!
    Grazie davvero per questa ricetta. Favolose!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono molto contenta ti sia piaciuta la ricetta. A presto.

      Elimina