Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 28 marzo 2017

Sformatino di spinaci

Una decina di giorni fa, mia figlia mi ha proposto di cucinare, per la mia nipotina, uno sformato di verdure. Devo premettere che la piccola è una buona forchetta e difficilmente rifiuta qualcosa, ma l'entusiasmo con cui ha accolto la novità dello sformatino di spinaci ci ha piacevolmente sorprese. Dopo un piccolo piatto di fili d'angelo al pomodoro, si è mangiata quasi tutto uno sformato, emettendo chiari segnali di approvazione. Normalmente, quando preparo gli sformati con le verdure, aggiungo un solo albume per legare il tutto. In questo caso, volendo renderli più nutrienti, ho aggiunto due uova, non eccessivamente grandi.
SFORMATINO DI SPINACI
Ingredienti per 8 stampini
250 g di spinaci surgelati (del tipo suddiviso in cubetti)
1 cipollotto, solo la parte bianca, tritato finissimo
380 g circa di ricotta vaccina
35 g di parmigiano, grattugiato + un extra da spolverare alla fine
2 uova
una grattatina di noce moscata
sale fino
burro q.b.
pepe dal mulinello (opzionale)

Scongelare gli spinaci in poca acqua bollente, leggermente salata. Nel frattempo, far sudare, in una noce di burro, il cipollotto tritato. Quando sarà diventato morbido, aggiungere gli spinaci, scolati e ben strizzati. Far insaporire pochi minuti poi togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.  Trasferire la verdura nel boccale del robot da cucina e frullare fino a ridurla in purea. Aggiungere la ricotta e il parmigiano e dare un'altra frullata. Unire le uova e frullare di nuovo per rendere tutto una massa omogenea. Condire con sale e una grattata di noce moscata, se piace. Pennellare abbondantemente di burro fuso otto stampini di alluminio. Con l'aiuto di una sacca da pasticceria monouso, riempirli con il preparato, battendo leggermente sul tavolo per eliminare bolle d'aria eventuali. Portare il forno a 160°C e riempire una teglia, che possa accogliere tutti gli stampini, di acqua calda. Cuocere a bagno-maria per 30' o fino a quando, toccando con un dito la superficie di uno sformato, questa si presenterà soda. Estrarre dal forno e lasciare riposare qualche minuto. Nel frattempo, sciogliere un po' di burro in un pentolino, profumandolo con qualche foglia di salvia. Capovolgere ogni sformatino nei piatti individuali; irrorare con il burro fuso e cospargere con una leggera nevicata di parmigiano grattugiato. Una macinata di pepe nero può essere una buona idea.

5 commenti: