Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

giovedì 4 febbraio 2016

Torta di mele 9.La torta di mele ubriaca. Beschwipster Apfelkuchen (Kronstädter Apfelkuchen)

Ecco la ricetta della torta che non mi ha pienamente soddisfatto. Mentre la base era piuttosto buona, è stato lo strato di mele a non convincermi. Non sapeva di molto e nemmeno l'aggiunta della cremina a base di uova, burro, zucchero e distillato è servita a renderlo più saporito. Inoltre, il Calvados si faceva prepotentemente sentire e benché io non sia contraria ad aromatizzare i dolci con liquori vari, questa volta l'aggiunta mi è sembrata quanto mai invadente. Forse dovevo cuocere  più  a lungo le mele per renderle più fondenti, o sostituire il burro della crema con della panna, che avrebbe ammorbidito la frutta rendendo il tutto più "budinoso". Se non avessi altre ricette da sperimentare proverei a rifarla, ma per ora aspetto di leggere i vostri consigli per migliorarla.
TORTA DI MELE UBRIACA
 ricetta dal sito Rezeptwiese
Ingredienti per uno stampo rotondo a cerniera,  da 24 cm di diametro
Per la base
180 g di farina
1 cucchiaino di lievito per dolci
90 g di burro, morbido
50 g di zucchero
1 bustina di zucchero vanigliato (io 1 cucchiaino di essenza naturale di vaniglia)
un pizzico di sale

Per la farcitura
750 g di mele
2 cucchiai di uvetta sultanina (facoltativo)
4 cucchiai di zucchero
5 cucchiai di Whisky o Rum (io Calvados)
1 cucchiaio di granella di zucchero (io ho usato zucchero normale)

Per la copertura
30 g di burro, morbido
30 g di zucchero
1 bicchierino di whisky (Calvados)
2 uova

Per la farcitura: innanzitutto preparare le mele. Sbucciarle, privarle del torsolo e tagliarle a fettine sottilissime. Metterle in una ciotola insieme all'uvetta - lavata e asciugata, allo zucchero e al Calvados. Mescolare bene e lasciar insaporire un paio d'ore (è possibile lasciare la ciotola in frigo per tutta la notte). Mescolare di tanto in tanto. Preriscaldare il forno a 180°C. Ungere di burro (e infarinare) lo stampo o foderarlo con carta da forno. 
Per la base: setacciare in una ciotola la farina con il lievito. Aggiungere un pizzico di sale, lo zucchero, il burro e la vaniglia. Lavorare con la punta delle dita fino a formare un composto sbricioloso. Ricoprire con esso il fondo e i bordi dello stampo, premendo per farlo aderire bene. Disporvi sopra le fettine di mela e l'uvetta scolate dal Calvados, cospargendole con un cucchiaio di zucchero. Cuocere in forno caldo per 30 minuti.
Per la copertura: mentre la torta cuoce, preparare una crema mescolando il burro morbido con lo zucchero (usare un frullino elettrico) e aggiungendo successivamente le uova e un bicchierino di distillato. Trascorsi i 30 minuti di cottura, versare sopra la torta questa crema e dare altri 15 minuti, fino a quando la superficie apparirà dorata. Aspettare qualche minuto prima di sganciare i bordi dello stampo e trasferire la torta su un piatto di portata. Si serve tiepida, con una pallina di gelato o fredda con della panna montata.

11 commenti:

  1. Caspita peccato perchè le premesse sono da acquolina!! Io proverei a caramellare le mele così condite prima di metterle sulla base e infornare, sai che però questa ricetta mi intriga da matti??
    Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono fatta persuasa (cit. Montalbano) che un parte di colpa ce l'abbiano le mele che ho usato. Se non ricordo male erano le Kanzi, un tipo di mela che mantiene bene la consistenza. Se avessi usato delle renette, più' fondenti, forse il risultato sarebbe stato diverso. Comunque rimango del parere che un po' di panna nella crema avrebbe ammorbidito tutto molto meglio.
      Un bacione.

      Elimina
    2. PS sono sempre convinta che occorra ridurre di molto la componente alcolica: due cucchiai dovrebbero bastare ad aromatizzare il dolce.

      Elimina
  2. Ultimamente sono in fissa con le mele e ti dirò che pensavo di avere parecchie ricette. Ma poi ho visto le tue! Restiamo collegate, se ti va, ho in programma un piccola raccolta di mele che hanno una storia. Vista la tua variegata esperienza credo verrò a sentire pareri.
    A presto,
    V.

    RispondiElimina
  3. Ciao! Ieri ho fatto una nuova torta di mele, l'ennesima, che mi e' piaciuta molto. Tra l'altro, l'ho trovata decisamente migliore gustata fredda che non tiepida. Teniamoci in contatto per il tuo progetto!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. una gran bella torta di mela, un altra versione molto interessante per il ripieno e il top finale, decisamente da provare

    RispondiElimina
  5. Ho un debole per i dolci alle mele, e questa torta è tanto invitante e golosa!!!

    RispondiElimina
  6. Cristian il giorno dopo ha provato l'ultima fetta rimasta fredda. Ne è rimasto soddisfatto!

    RispondiElimina
  7. La prossima volta che verrete a pranzo da noi gli preparerò la torta di mele 10. Ne rimarrà soddisfattissimo :-) cosi come oggi e' rimasta soddisfatta la nonna dei miei brownies…

    RispondiElimina