Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

venerdì 18 dicembre 2015

Pan di spezie

Pan di spezie, pain d'épices,  french spice bread: tanti nomi per designare un solo pane, profumato di spezie e di miele.  Delizioso spalmato di burro leggermente salato e marmellata d'arance, ottimo con il foie gras. L'altro giorno mi è venuto l'uzzolo di prepararne uno con la ricetta di Michel Roux Jr.  dal suo  libro Desserts. Ho trovato un po' strana la quantità di miele indicata - il doppio della farina - considerato che, di solito, in quasi tutte le ricette che ho consultato o provato (vedi questa) il miele è presente, in proporzione agli altri ingredienti,  in minore quantità. Nella ricetta riporterò le dosi originali e tra parentesi le mie.  Il risultato è stato molto buono.

PAN DI SPEZIE
da una ricetta di Michel Roux Jr.
Ingredienti per uno stampo da cake lungo 28, largo 10 e profondo 7,5cm
35 g di burro, tagliato in piccoli pezzi, più un extra per imburrare lo stampo
310 g di farina,  più un extra per spolverare lo stampo (io ho usato una farina tipo 2, utilizzandone 330g)
625 g di miele liquido (io  350g)
1 uovo grande
60 ml di latte
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
1/4 di cucchiaino di noce moscata grattugiata
1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano in polvere
un pizzico di cardamomo in  polvere
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
1/2 cucchiaino di sale  (io ne ho messo un pizzico)
50 g di scorza candita di arancia, tagliata in pezzetti molto piccoli

Preriscaldare il forno a 160°C. Imburrare e infarinare uno stampo da cake. L'ho semplicemente imburrato, poi ho fatto aderire al fondo e alle due pareti corte una striscia di carta forno tagliata a misura.
Scaldare in una bacinella, a bagnomaria, il miele e il burro (io ho usato il microonde a bassa potenza) portando la miscela a 30°C. Togliere dal fuoco e mescolarvi l'uovo e il latte, senza lavorare troppo. Setacciare la farina con le spezie, il bicarbonato e il sale, facendo cadere il ricavato sopra la miscela, mescolando il tutto con l'ausilio di una spatola di silicone finché il composto sarà ben amalgamato. Aggiungere i canditi e mescolare di nuovo brevemente. Versare l'impasto nello stampo e metterlo immediatamente in forno. Cuocere per circa un'ora o fino a quando uno spiedo di legno, conficcato al centro del pane, ne uscira' asciutto. Lasciare nello stampo per un minuto prima di capovolgere e sformare. Lasciar raffreddare completamente su una gratella. 
Questo pane è pronto da servire poche ore dopo essere stato cotto o si può fasciare nella pellicola (o nell'alluminio) e conservare in frigo per un massimo di due settimane. Secondo me, diventa più buono dopo un paio di giorni di riposo.
Annota bene: per profumare l'impasto, ho usato un mélange per pain d'épice realizzato secondo la tradizione alsaziana, dove dominano la cannella e i chiodi di garofano.  Riporto gli ingredienti della boccetta: cannella, cassia, chiodi di garofano, noce moscata, pimento, macis, cardamomo, zenzero. Per il pain d'épices ho usato 1,5 cucchiaini abbondanti di miscela.

15 commenti:

  1. E' un dolce che amo follemente.
    Sai che alla lidl ho fatto incetta di biscotti di pan di spezie ricoperti al cioccolato; una bontà incredibile.....ma la ricetta? In giro non sono riuscita a trovarla perché questi sono morbidi come il pan di spezie.
    Ne sai qualcosa tu?
    Auguri di buon Natale a te e famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse si tratta dei Lebkuchen per la precisione Oblatenlebkuchen, dolci tradizionali tedeschi di Norimberga; se sono quelli sono davvero deliziosi e fanno decisamente Natale.
      Buone feste a tutti.
      Ciao
      Tra monti, mari e gravine

      Elimina
  2. Ciao, Mariabianca. Andro' a spulciare il mio archivio perche' dovrei avere conservato qualcosa. Ti faro' sapere al piu' presto.
    Auguri di buon Natale e buone feste a te e famiglia.

    RispondiElimina
  3. Interessante anche questa versione Eugenia, in effetti. Il miele é davvero tanto, ma sarebbe bello provare e vedere il risultato, oppure c'é un errore di stampa sul libro, può essere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se è un errore, bisognerebbe confrontare la ricetta del libro con l'edizione tradotta in italiano. Io ho abbassato la dose d'ufficio, perché volevo un pane da accompagnare anche con il salato e con tutto quel miele non mi sembrava una cosa fattibile.Buona serata.

      Elimina
  4. Ottimo!!! Si, in effetti così tanto miele mi lascia perplessa, io mi fido della tua versione!! Buon we!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Silvia, sempre gentilissima.

      Elimina
  5. deve essere buonissimo, incuriosisce anche me la grande quantità di miele...Buon we Eugenia, un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Il pan di spezie non lo si dimentica facilmente, e poi non è Natale senza quel particolare profumo.
    Mi sa che un po' meno miele non ha fatto male alla ricetta, credo sarebbe stata troppo stucchevole, per ora pare sia andato bene.
    Buone feste .
    Tra monti, mari e gravine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti quella quantita' mi incuriosisce.
      Grazie Stefania, ricambio gli auguri con vero piacere.

      Elimina
  7. quella quantità di miele è strana effettivamente. ho fatto ricerca in rete ma di quella ricetta di michel roux vedo o la versione da te proposta o un'altra molto diversa (con farina di segale). ho confrontato con alcune mie versioni, una fra tutte: Julia Child: 450 g di miele (per una torta senza uova tra l'altro: 200 g zucchero,acqua bollente, 3 to 4 cups farina segale + spezie, mandorle, rum, canditi). ps: gli si potrebbe scrivere e sapere se quantitativo esatto.

    RispondiElimina
  8. Ciao, Stefano. Ho anch'io dei dubbi ma potrebbe darsi che la dose sia effettivamente quella. L'ideale sarebbe ripetere l'esperimento con la quantita' di miele indicata in ricetta, giusto per vedere l'effetto che fa ma il mio consumo di pan di spezie si limita a un brevissimo periodo dell'anno e credo che rimandero' le prove all'anno prossimo. Un caro saluto

    RispondiElimina
  9. la cosa migliore è farselo, grande

    RispondiElimina