Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

lunedì 18 maggio 2015

La straordinaria fioritura delle rose rosa


























Rose rampicanti Blossom Time (O'Neal Bosley Nurs, 1954)

Rose Baronne Prévost (Desprez, 1842)
sullo sfondo, la rampicante Blossom Time

Rosa Baronne Prévost (Desprez, 1842)
primo piano

Rose La Reine Victoria  (Schwartz, 1872)

 Rosa Princesse de Monaco (Meilland)


 Rosa Heidi Klum ® (Tantau)

 Rose Gertrude Jeckyll (David Austin)
 

Rose M.me Ernst Calvat  (Schwartz; 1888)
 Mutazione di "M.me Isaac Pereire" 
 

 Rose Aloha  (Boerner 1949)



Rosa rampicante Pierre de Ronsard (Meilland) 
Arco, prospiciente la serra, su cui si arrampicano 
le rose Pierre de Ronsard (Meilland) e Super Excelsa (Barni) 
e la clematis  Diamantina


Rose Alan Titchmarsh (David Austin)

Rosa Maria Theresia (Tantau 2003)

Rosa Nahéma® (Delbard, 1998) 

 Rosa rampicante Mamma Mia (Poulsen Roser)

 Rosa  rampicante  Palais Royal (Meilland)


Cosa si può aggiungere dopo questa esplosione di forme, di colori e di profumi? 
Mi congratulo con me stessa  e con mio marito: ci siamo divisi i compiti, occupandoci della scelta delle varietà, dei trapianti, delle concimazioni, della irrigazione e delle potature. Per non parlare dell'attenta cura della salute delle piante, con somministrazione periodica di prodotti ad hoc.

6 commenti:

  1. complimenti è dire poco, avevo notato il pollice verde nei post, pochi sanno che coltivare le rose è una delle cose più difficili, tendono a prendere molte malattie, hanno bisogno di molto cura, potarle al punto giusto al moneto giusto, posso dire superbravi? Si, grandi complimenti

    RispondiElimina
  2. Il tuo giardino mi ha lasciata senza fiato! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  3. Che invidia :-)) , nel senso buono, sono molto contento per voi, nulla nasce per caso ma con l'attenzione e l'amore

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti. La cura delle rose, come giustamente dice Carmine, e' una battaglia da combattere tutti i giorni. Io che mi occupo di preparare le soluzioni da irrigare sulle piante, so cosa vuol dire osservare tutti i giorni le foglie e i fusti, togliere manualmente gli afidi, irrorare regolarmente l'anti oidio (ne soffre specialmente la Blossomtime, che ci regala una spettacolare fioritura. Tra l'altro, mi meraviglia leggere che questa varieta' puo' essere usata come "piccolo" rampicante: da noi e' la piu' gigantesca delle rose). Come tutte le cose che procurano felicita', anche la fioritura delle rose dura sempre troppo poco ma ricompensa di tutto. Uscire in giardino, in questo periodo, significa immergersi in un mondo incantato; ogni rosa ha il suo profumo, la sua forma, la sua sfumatura di colore. Osservare tutto questo e' una vera cura anti stress ;)

    RispondiElimina