Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

martedì 14 aprile 2015

Crema di carciofi all'olio extravergine di oliva

Tempo fa, cercando ispirazione per qualche sfiziosità da servire con l'aperitivo, mi sono imbattuta in questa ricetta. Invogliata dalla presenza sul mercato di carciofi ottimi e a buon prezzo e memore di quanto costi un vasetto di siffatta ghiottoneria, mi sono messa all'opera, con ottimi risultati mi verrebbe da aggiungere senza falsa modestia. Ho già preparato la crema diverse volte, limando e correggendo le dosi originali, fino a raggiungere quella che per me è diventata la ricetta ideale.  Unica raccomandazione: quando preparerete questo prodotto, cercate di farlo in una giornata di bel tempo, lavorando a finestre spalancate, poiché l'odore acre dell'aceto, ancorché di mele, è veramente pestilenziale.

CREMA DI CARCIOFI ALL'OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA






























Ingredienti per 4 persone
4 carciofi con le spine
il succo di 1/2 limone
500 ml di acqua
200 ml di aceto di mele
qualche grano di pepe
1 foglia di alloro
1 piccolo spicchio d'aglio, possibilmente novello
le foglie di 4 rametti di maggiorana
olio extravergine q.b.
sale
pepe nero, appena macinato
una puntina di zucchero
Pulire i carciofi, eliminando tutte le foglie dure e le spine, lasciando solo un pezzetto di gambo, che si pelerà con  cura. Dividere ogni carciofo in due, togliendo la barba interna con l'aiuto di un cucchiaino. Man mano che si procede con l'operazione, gettare i carciofi in una bacinella piena d'acqua acidulata con il succo di limone. Mettere in una casseruolina l'acqua, l'aceto, la foglia di alloro e il pepe. Appena il liquido spiccherà il bollore, gettarvi i carciofi; mettere un foglio di carta forno a mo' di coperchio (evitera' l'ossidazione della verdura) e cuocere per circa 30 minuti. Una volta cotti, scolare i carciofi e farli intiepidire. Mettere nel boccale del mixer l'aglio e le foglioline di maggiorana. Dare qualche colpo ad intermittenza per sminuzzare bene il tutto, poi unire i carciofi, aggiungendo  l'olio a filo e frullando  fino ad ottenere una consistenza cremosa. Travasare il composto in una ciotola; sistemare di sale e di pepe, aggiungendo, se occorre, un pizzico di zucchero per equilibrare l'acidità. Si serve la crema di carciofi spalmata su fette di pane (possibilmente a lievitazione naturale) tostato. E' ottima anche come ingrediente di farcitura di panini, per esempio con bresaola e mozzarella.

9 commenti:

  1. Ottima e che bel coloro, una vera delizia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha sorpreso anche me. Ha l'identico sapore di una costosissima crema che compravo in gastronomia. Un abbraccio

      Elimina
  2. Buonissimo!! Grazie Eugenia, mi procuro i carciofi e agisco!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te la consiglio spassionatamente. Con i bei carciofi che trovate il Liguria verrà una delizia.,

      Elimina
  3. sono goloso dei carciofi il metodo per non ossidarli lo devo provare :-)

    RispondiElimina
  4. Metodo pluri-collaudato. Vai tranquillo :)

    RispondiElimina
  5. fatta in casa è di certo più buona e meno costosa, il che non guasta !

    RispondiElimina
  6. Ciao!! se messa in un contenitore ermetico fuori frigo dura diversi mesi come la marmellata?

    RispondiElimina
  7. Ciao, Giulia. Con le conserve ci vado molto cauta. Di solito, preparo la crema al momento e la consumo nel giro di pochi giorni, sempre conservandola in frigo, coperta da un sottile strato d'olio. Le industrie hanno macchine speciali per la pastorizzazione delle conserve; in casa produco solo marmellate per cui non mi azzardo con i consigli. Per andare sul sicuro, volendo godere della crema di carciofi anche in periodi in cui i carciofi non sono presenti sul mercato, riempirei dei piccoli vasetti e li conserverei in freezer, estraendoli il giorno prima e facendoli scongelare lentamente in frigo. Ti ringrazio della visita e della domanda. A presto.

    RispondiElimina